Domenica, 21 Luglio 2024
la curiosità

Cos'è la jeep che galleggia: breve storia delle auto anfibie

In molti si sono chiesti cosa ci facesse un fuoristrada nelle acque di Portofino, ma in realtà si trattava di un veicolo anfibio. A cosa servono e come sono nati questi mezzi

Nelle ultime ore hanno fatto il giro del web le immagini di una jeep nelle acque di Portofino. Fortunatamente non si tratta di un'auto finita in mare per un incidente, bensì di un veicolo che galleggia come fosse una barca e che era già stato fotografato nelle acque della Riviera ligure.

Per quanto si tratti di un avvistamento abbastanza insolito, gli appassionati di motori e di ingegneria meccanica più attenti avranno riconosciuto con una certa immediatezza che si tratta di un RMA Amphi-Ranger 2800 SR, un veicolo anfibio anche piuttosto raro. Un modello che fu in produzione tra il 1985 e il 1995, utilizzato come mezzo speciale per la manutenzione delle condutture. Come ogni mezzo anfibio, la sua caratteristica principale è proprio quella di potersi muovere indifferentemente sulla terraferma e in acqua, dove grazie ad un’elica e può raggiungere una velocità massima di 15 km/h.

@iolandaspina #macchinainacqua #macchina #barca #mare #macchinainmareaportofino #macchinabarca #portofino #santamargherita #liguria #mugugnogenovese #mugugno #boatcar #car #boat #galleggia ♬ suono originale - Iolanda

Nel video diventato virale su Tik Tok si possono sentire i proprietari del mezzo rispondere alla ragazza che filma "Americani? No siamo italianissimi, perché dobbiamo essere per forza americani?". Non è la prima volta che il curioso veicolo di questa coppia viene avvistato destando lo stupore dei passanti, come si può vedere anche da questo video girato nel 2021 sul Lago di Garda.

Veicoli anfibi: dal passato ai giorni nostri

I primi veicoli anfibi di cui si hanno notizie sono delle carrozze anfibie la cui invenzione viene attribuita al poliedrico Principe Raimondo di Sangro di Sansevero nel luglio del 1770, o Samuel Bentham il cui progetto del 1781 vide la luce nel giugno 1787. Il primo veicolo anfibio semovente conosciuto fu una chiatta da dragaggio a ruote alimentata a vapore, chiamata Orukter Amphibolos, progettata e costruita dallo statunitense Oliver Evans nel 1805. Gail Borden (inventore del latte condensato) progettò e testò un carro a vela nel 1849 ma in fase di test si ribaltò percorsi appena 15 metri dalla riva, probabilmente per la mancanza di zavorra per contrastare la forza del vento nella vela. Negli anni '70 dell'Ottocento, le compagnie di disboscamento nel Canada orientale e negli Stati Uniti settentrionali svilupparono un rimorchiatore anfibio a vapore chiamato "Alligator" capace di attraversare laghi e fiumi.

Fino alla fine degli anni '20, gli sforzi per unificare una barca e un'automobile si erano risolti essenzialmente nell'applicazione di ruote e assi sullo scafo di una barca, o far galleggiare un telaio mobile mescolando uno scafo simile a una barca con il telaio dell'auto. La carrozza anfibia a benzina del 1905 di T. Richmond fu uno dei primi casi ben documentati di veicoli anfibi. Anche questo, come la prima automobile a benzina al mondo progettata da Carl Benz, era un veicolo a tre ruote. L'unica ruota anteriore forniva la direzione, sia a terra che in acqua. Un motore a combustione a benzina a tre cilindri azionava le ruote posteriori sovradimensionate. Per fare in modo che le ruote fornissero propulsione in acqua, ai raggi delle ruote posteriori venivano fissate delle pinne. Lo scafo simile a una barca è stato uno dei primi corpi integrali mai utilizzati su un'auto.

Dagli anni '20 in poi sono stati progettati molti veicoli anfibi con diversi scopi (attività ricreative, spedizioni, ricerca e salvataggio e militari), con il risultato di trovarsi di fronte a una miriade di concetti e varianti. Per alcuni di questi le capacità anfibie sono fondamentali per il loro scopo, mentre in altri sono solo un'espansione di ciò che è rimasto principalmente un'imbarcazione o un veicolo terrestre. Il progetto che meglio ha sintetizzato tutte le caratteristiche di un veicolo anfibio fuoristrada è stato quello ideato da Peter Prell del New Jersey: il suo progetto a differenza di altri poteva funzionare non solo su fiumi e laghi ma anche in mare e non richiedeva un terreno solido per entrare o uscire dall'acqua. Il modello combinava uno scafo simile a una barca con cingoli simili a un carro armato. Nel 1931 testò una versione in scala del suo progetto.

Le auto anfibie furono sviluppate fin dagli inizi del ‘900, ma fu con la seconda guerra mondiale che la progettazione di questi mezzi conobbe un maggiore impulso. Alcuni dei modelli più significativi sono la tedesca Schwimmwagen, una jeep 4x4 compatta disegnata dalla Porsche nel 1942, e le americane Willys MB jeep e Ford GPA o Seep (una crasi di Sea jeep). Nel secondo dopoguerra venne la tedesca Amphi-Ranger, con scafo in lega d'alluminio AlMg2 di cui furono costruiti solo 100 esemplari. La tedesca Amphicar di cui sono stati prodotti circa 4.000 esemplari è l'unica al mondo ad uso civile ad aver conosciuto un discreto successo commerciale. 

Di recente Gibbs Amphibians ha sviluppato un nuovo tipo di veicolo anfibio in grado di raggiungere alte velocità sia su terra che in acqua. I veicoli utilizzano un sistema idraulico brevettato per sollevare le ruote nei passaruota, consentendo ai veicoli di planare sull'acqua. Questi veicoli possono passare dalla modalità terrestre a quella acquatica in circa cinque secondi. Il primo anfibio veloce Gibbs è il Quadski, introdotto nell'ottobre 2012.

Nel 2010, una società con sede nella California meridionale chiamata WaterCar ha stabilito il Guinness World Record per il veicolo anfibio più veloce con il prototipo The Python, che ha raggiunto velocità massime su terra di 204 km/h e velocità sull'acqua di 96 km/h. Da allora, la società ha lanciato il suo primo veicolo commerciale, The Panther che raggiunge i 129 km/h a terra e 71 km/h in mare e e impiega meno di 15 secondi nel passaggio dal suolo all’acqua.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos'è la jeep che galleggia: breve storia delle auto anfibie
Today è in caricamento