Documento unico di circolazione, c'è il via libera: cosa cambia per gli automobilisti

Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo regolamento: da gennaio 2020 verrà superata la distinzione tra carta di circolazione e certificato di proprietà

Si avvicina l'entrata in vigore del Documento unico di circolazione del veicolo. In giornata, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della pubblica amministrazione Fabiana Dadone, ha approvato un regolamento in materia di sportello telematico dell'automobilista.

Tale testo coordina le disposizioni del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 98, con il quale è stato istituito il documento unico di circolazione e di proprietà per i veicoli assoggettati al regime dei beni mobili registrati. In tal modo vengono superate le distinzioni tra carta di circolazione e il certificato di proprietà, e vegono aggiornate le disposizioni contenute nel decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 2000, n. 358, che istituiva lo Sportello telematico dell'automobilista.

Carta di circolazione e certificato di proprietà unificati

Già a metà settembre, gli operatori nel settore delle pratiche automobilistiche hanno ricevuto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le nuove disposizioni relative all'introduzione del Documento Unico (DU) del veicolo, la cui entrata in vigore è prevista dal primo gennaio 2020. Questo provvedimento fa parte dell'opera di digitalizzazione delle pratiche automobilistiche e segnerà la terza fase di una sperimentazione avviata lo scorso aprile che prevede l'obbligatorietà per tutti gli operatori pubblici e privati di fornire solo fascicoli digitali alla Motorizzazione e al PRA (le uniche documentazioni cartacee ammesse restano quelle per le targhe e degli atti per la preventiva verifica di conformità).

Novità per gli automobilisti: dal 2020 arriva il Documento Unico Veicolo

Le nuove disposizioni impongono inoltre l'obbligo per gli uffici periferici ACI del PRA il vincolo della convalida entro 3 giorni lavorativi per tutti i fascicoli, in quanto digitali. Il funzionamento delle procedure e dei sistemi informatici ACI uniformati a quelli DT è fissato con orario lunedì - venerdì 8:00 - 20:00 e il sabato 8:00 - 14:00 (procedure e sistemi informatici ACI, inoltre rispettano la chiusura in occasione delle festività nazionali).

Il MIT, tuttavia, ha ribadito come, fino alla fine del 2019 le procedure continueranno a produrre gli attuali documenti Certificato di Proprietà e Carta di Circolazione. Il rilascio del Documento Unico (DU) del veicolo, come detto in precedenza, avrà inizio del primo di gennaio e per l'input si dovrà utilizzare il modello di istanza unificata (Decreto Direttoriale 72 del 13/03_2019) da rivolgere sia alla Motorizzazione che al PRA.

Documento Unico del Veicolo: cos'è

Ricapitolando: il Documento unico di circolazione sostituirà il certificato di proprietà e il libretto di circolazione del veicolo, al fine di semplificare le procedure burocratiche e far risparmiare automobilisti e pubblica amministrazione. Con il documento unico si pagheranno 2 bolli al posto dei 4 previsti oggi: 32 euro contro 64.  Il dimezzamento dei bolli dovrebbe comportare un calo di gettito per lo Stato intorno ai 50 milioni di euro l’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Luca Pitteri, ex prof di Amici, ha sposato una allieva del talent (FOTO)

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 30 maggio 2020

  • Bollette, la (bella) sorpresa della fase 2 e questa volta vale per tutti

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 28 maggio 2020

  • Katia e Ascanio 15 anni dopo, ecco l'irresistibile ritratto di famiglia con i figli

Torna su
Today è in caricamento