Martedì, 19 Ottobre 2021
Auto e moto

Riaprono concessionari auto e officine, ma i clienti potranno andarci solo per urgenze o necessità

Concessionari auto e officine figurano tra le attività autorizzate alla riapertura dal 4 maggio ma i clienti potranno andarci solo per urgenze o necessità

Nella conferenza stampa di domenica 26 aprile il premier italiano Giuseppe Conte ha presentato la road map della Fase 2 per il contrasto al coronavirus. Il nuovo dpcm consente la ripresa di una serie di attività produttive e commerciali (purché vengano osservate tutte le norme di sicurezza, dal distanziamento sociale ai dpi), mentre per altre si procederà a scaglioni, a seconda dei rischi di riesplosione del contagio.

Fase due, aperti concessionari auto: chi può andarci

Tra le attività che potranno riprendere dal 4 maggio ci sono anche i concessionari auto, una notizia accolta con sollievo da un settore in grandissima sofferenza (a marzo era stato registrato un calo delle immatricolazioni dell’86% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, facendo segnare il dato peggiore d'Europa). Le stime di aprile per l'automotive sono tutt'altro che incoraggianti e il settore, attraverso le associazioni di categoria, chiede a gran voce provvedimenti e misure di supporto.  La riapertura dei concessionari auto, tuttavia, stona con la possibilità di libera circolazione dei potenziali clienti: gli spostamenti autorizzati, infatti, resteranno esclusivamente quelli “motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti”.

A consentire la riapertura dei concessionari (durante il lockdown sono rimasti aperti esclusivamente quelli dotati di officina per garantire assistenza tecnica e riparazioni auto) è l'inserimento nel dpcm delle attività di "commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli", identificata dal codice ateco 45. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaprono concessionari auto e officine, ma i clienti potranno andarci solo per urgenze o necessità

Today è in caricamento