rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Brevettato il "rombo digitale"

Anche la Ferrari elettrica avrà un suono del motore "inconfondibile"

Secondo alcune indiscrezioni la casa di Maranello avrebbe già depositato il brevetto di un sistema in grado di riprodurre il suono del motore tipico delle Rosse

Da tempo si parla di una Ferrari elettrica, un concetto che a buona parte dei puristi delle auto sportive di lusso suona inconcepibile, poiché è credenza comune che le auto elettriche, per quanto performanti allo stesso livello (e in alcuni casi anche di più), non siano in grado di offrire le stesse emozioni delle supercar a motore termico.

Il sibilo del propulsore elettrico, infatti, elimina la componente del rumore, un aspetto che da molti appassionati è ritenuto essenziale. Su questo l'industria automobilistica è al lavoro, con lo studio di soluzioni tecnologiche sempre più all'avanguardia, in grado di ricreare digitalmente il rombo del motore.

Non fa eccezione la casa di Maranello, che secondo quanto riportato da Bloomberg citando una nota di Oddo BHF, gruppo finanziario franco-tedesco, avrebbe recentemente depositato il brevetto per riprodurre il suono del motore attraverso un nuovo sistema di amplificazione. Nello specifico il brevetto riguarderebbe un "dispositivo di riproduzione per la realizzazione di un suono associabile a un motore elettrico", come riportato da Oddo BHF. Ferrari non ha voluto commentare l'indiscrezione.

Con questo nuovo sistema l'elettrica del Cavallino Rampante, il cui inizio della produzione è previsto nel 2025, sarebbe capace di amplificare il suono di uno o più motori elettrici di bordo, prima di reindirizzare il rombo attraverso la parte posteriore dell'auto. In tal senso, suonano come una conferma le parole rivolte agli investitori dall'amministratore delegato della Ferrari Benedetto Vigna durante la giornata dei mercati finanziari della società a giugno 2022, quando disse che il suono è uno degli "elementi essenziali che caratterizzano una Ferrari" e che ogni motore ha il suo suono "inconfondibile".

In quello stesso periodo si è diffusa la notizia delle intenzioni di Ferrari di ampliare il proprio stabilimento di Maranello, con una nuova unità produttiva dedicata allo sviluppo di modelli elettrificati, motivo per cui l'azienda ha acquisito dei terreni adiacenti al proprio stabilimento in Emilia-Romagna per realizzare una terza linea di montaggio dedicata alle elettriche e un centro di Ricerca e Sviluppo.

Secondo Oddo BHF, che ha valutato positivamente gli sforzi verso l'elettrificazione del Cavallino rampante, Ferrari dovrebbe essere in grado di offrire "un prodotto elettrico avvincente e innovativo quando arriverà sul mercato nel 2025" avvalendosi di "una tecnologia di riproduzione del suono di successo" che "potrebbe in qualche modo compensare la perdita del suono del motore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche la Ferrari elettrica avrà un suono del motore "inconfondibile"

Today è in caricamento