Giovedì, 3 Dicembre 2020

Fiat anteprima mondiale per la Nuova 500 3+1: completa la gamma di Nuova 500

World Premiere della Nuova 500 3+1 “la Prima”, la più versatile delle Nuove 500. Presentata anche gli allestimenti ACTION, PASSION e ICON

Dopo la presentazione il 4 marzo di Nuova 500 “la Prima” cabrio e, l’8 giugno, della versione berlina, Olivier François, Presidente Fiat Brand, al Lingotto di Torino nella Pinacoteca Agnelli, ha presentato in anteprima mondiale l'intera gamma 500 e la Nuova 500 3+1 “la Prima” Opening Edition, il terzo “body” di Nuova 500 che si va ad aggiungere alle versioni cabrio e berlina.

Due anni fa quando è partito, il progetto della Nuova 500 ha coinvolto con la sua carica positiva tutto il brand Fiat portando con sé energia e creatività pari solo a quelle del 1957 e del 2007. Questo ha consentito ai designer e agli ingegneri Fiat di guardare al futuro senza tralasciare alcuna opportunità e, allo stesso tempo, dando continuità all’attuale successo della 500.

Da qui, è venuto naturale progettare un’auto con più “body”, come le versioni cabrio e berlina, ma non solo. Per accompagnare l’evoluzione del cliente 500 occorreva spingersi oltre, per rispondere anche all’evolversi delle esigenze di un cliente che è cresciuto e ha cambiato abitudini. La ragazza o il ragazzo che sfrecciava a bordo della 500 per le vie del centro città dopo una giornata di lavoro, oggi è una working mum o dad alle prese con uno o più figli da accompagnare al mattino a scuola prima di recarsi al lavoro, e poi nel pomeriggio a danza, a lezione d’inglese, senza tralasciare i propri impegni personali. Dunque, un cliente che è diventato una famiglia e che necessita di uno spazio interno più accessibile, ma sempre cool come 500 sa essere per sua natura: c’era bisogno della Nuova 500 3+1. Tutta nuova, tutta elettrica e con una porta in più. Ma sempre 500.

I designer del Centro Stile hanno lavorato a una soluzione smart che ha mantenuto le stesse identiche misure delle versioni cabrio e berlina, aggiungendo una terza piccola porta dal lato passeggero. Proprio come la prima 500 del 1957, che presentava le portiere incernierate sulla parte posteriore: un ritorno alle radici del modello in un proficuo dialogo tra passato e futuro. Il risultato è un nuovo body, che si aggiunge alla berlina e alla cabrio, le cui misure però rimangono invariate, senza un solo centimetro di ingombro in più.

La terza “piccola porta” si apre controvento e, grazie all’assenza del montante centrale inglobato nella porta stessa, permette di salire a bordo più agevolmente, di caricare e scaricare oggetti voluminosi con maggiore facilità e di posizionare in modo rapido e semplice il bambino sul seggiolino o sul rialzino. E una volta chiusa la piccola porta, non c’è nessuna differenza con le altre 500: stesso stile, stesse dimensioni. Tutto questo con un incremento del peso di soli 30 kg che non impattano sulla maneggevolezza e sui consumi della vettura.

Lato sicurezza, da segnalare che la “piccola terza porta” si apre soltanto dopo aver aperto la porta anteriore in modo che gli occupanti posteriori non possano aprirla involontariamente.

Con la “3+1”, la 500 vuole continuare a essere al fianco di un cliente che ha mutato abitudini ed esigenze, ma non il suo gusto. Un cliente che non vuole rinunciare alla bellezza e al fascino che 500 porta con sé, e la Nuova 500 3+1 è la risposta. Grazie alla soluzione smart della terza porta ciascuno potrà portarsi dietro le proprie passioni senza compromessi di stile e beneficiando della funzionalità che la Nuova 500 3+1 è capace di offrire.

Launch edition: Nuova 500 3+1 “la Prima”

Anche la Nuova 500 3+1 al pari di quanto fatto per la cabrio e la berlina, si presenta al lancio nella versione “la Prima” Opening Edition caratterizzata da stile, esclusività, tecnologia e connettività. È chiaramente una 500 e come tale non può prescindere dall’incarnare stile e cura dei dettagli. Tre i colori di lancio: Rose Gold, Glacier Blue e Onyx Black. La Nuova 500 3+1 “la Prima” si contraddistingue per una serie di dettagli esclusivi: fari full led con design “Infinity”, cerchi da 17” bicolore diamantati e inserti cromati sui finestrini e sulla fiancata. Sedili, cruscotto e volante in eco-pelle, monogramma Fiat sui sedili, volante bicolore e targhetta dedicata “la Prima” sul montante. Sul fronte del comfort: sedili anteriori regolabili a sei vie, tappetini, specchietto retrovisore interno elettrocromico e sensori di parcheggio a 360° “drone view”.
Tecnologia. “la Prima” è equipaggiata con i più avanzati sistemi ADAS disponibili.

Tecnologica e connessa

Nel progettare la prima vettura del Gruppo born electric gli ingegneri di FCA hanno creato intorno alla propulsione elettrica una nuova struttura nella quale sono state integrate nuove tecnologie di controllo, di sicurezza e di intrattenimento. Il risultato è una vettura che ha il miglior comportamento dinamico nella sua categoria, agile e divertente da guidare, comoda, silenziosa e sempre connessa. Nel realizzarla si è guardato alla facilità d’uso dello smartphone portando questo concetto nell’automotive.  Da qui ha preso forma “l’ecosistema” tecnologico di Nuova 500 per aiutare il cliente nelle diverse fasi di uso dell’auto on board e off board e per renderne l’utilizzo facile e intuitivo. L’obiettivo è stato trasferire sulla Nuova 500 tutti i sistemi domotici di casa che rendono la nostra vita più semplice e piacevole: dall’hotspot WiFi al servizio vocale Alexa.

Con il nuovo sistema di infotainment di quinta generazione UConnect 5 - la piattaforma connessa realizzata da FCA per il futuro, disponibile con schermo da 7” sulla versione PASSION e da 10,25’’ sulla versione ICON –   su Nuova 500 si può creare un’interfaccia personalizzata e anche utilizzare il sistema avanzato di riconoscimento vocale che si attiva in vivavoce con le parole “Hey Fiat”. Le funzioni di connettività sono abilitate dal nuovo UConnect Box, attraverso il quale è possibile accedere ai “UConnect Services” di Nuova 500, ad esempio trasformandola in un hotspot WiFi a cui collegare fino a 8 dispositivi contemporaneamente. Questi servizi di connettività appartengono a segmenti superiori e per la prima volta Fiat li rende accessibili su una vettura del segmento A con delle funzioni sviluppate appositamente per il mondo dell’auto elettrica. Come ad esempio, il Dynamic Range Mapping che evidenzia sulla mappa l'area percorribile, attraverso calcoli che tengono conto della massima distanza raggiungibile in base all'autonomia residua e di altri parametri che delineano l'efficienza della vettura. La Fiat App non soltanto permette di visualizzare i punti di ricarica situati nei pressi dell’auto, ma anche di individuare graficamente sulle mappe quelli raggiungibili in base all’attuale livello di carica della batteria. Le mappe saranno poi aggiornate grazie all’aggiornamento via etere. Il servizio My Car permette invece di verificare da remoto direttamente sulla mobile App Fiat il livello di carica delle batterie; mentre tramite My Remote invece il cliente può verificare da remoto direttamente sullo smartphone il livello di carica delle batterie; può programmare la ricarica del veicolo a casa nelle fasce orarie più convenienti; localizzare le colonnine pubbliche più vicine e pagare direttamente dal proprio cellulare accedendo a una rete di 200 mila punti di ricarica in tutta Europa; conoscere la posizione esatta dell’auto; bloccare e sbloccare le porte; accendere e spegnere le luci e programmare il sistema di climatizzazione. E questo è solo l’inizio. Il sistema digitale della Nuova 500 è un mondo aperto, che cresce e si aggiorna continuamente over the air per rendere sempre più esclusiva l’esperienza 500.

Nuova 500, guida autonoma di livello 2

Nuova 500 è stata pensata per essere l’auto perfetta per l’uso urbano e nel progettarla si sono considerati tutti gli aspetti della sua interazione con la città, a cominciare dalla sicurezza, che vuol dire protezione a 360 gradi. Per questo la 500 è dotata dei sistemi ADAS “Advanced Driver- Assistance Systems” che rendono la guida più facile, sicura, semplice e anche divertente, oltre a essere la prima vettura del suo segmento a essere equipaggiata con la guida autonoma di livello 2.

Ma gli ingegneri di FCA non si sono fermati qui. Hanno voluto rendere la tecnologia più umana, implementando delle soluzioni specifiche, tailor made per 500: dai contenuti avanzati di assistenza alla guida che permettono il controllo longitudinale e laterale della vettura, ai sensori che rilevano quando il guidatore ha le mani sul volante: il monitoraggio del livello di rischio è molto più preciso e questo consente di rendere meno intrusivi i warning automatici. E ancora: grazie al Lane Centering la Nuova 500 mantiene la posizione al centro della corsia; l’Urban Blind Spot attraverso sensori ultrasonici controlla gli angoli ciechi e avvisa con un segnale luminoso triangolare - che appare sullo specchietto laterale - se ci sono degli ostacoli. Mentre gli 11 sensori a 360 gradi offrono una drone view per evitare tutti gli ostacoli, quando si parcheggia e nelle manovre più complesse: una sorta di vista dal cielo che vede tutti gli ostacoli.

Normal, Range e Sherpa: a ciascuno il suo stile di guida

L’elettrificazione è una svolta storica che cambia l’automobile e la mobilità, ma non per forza il modo di guidare. Nuova 500 dà la possibilità di scegliere: ognuno può vivere l’esperienza di guida a modo suo perché è stata progettata con tre driving mode selezionabili secondo lo stile di guida.

Con la modalità Normal l’auto si guida come una qualsiasi vettura a combustione interna con cambio automatico, ma con la sorpresa delle prestazioni, che sono eccezionali per una city car: 87 kW di potenza pari a 118 CV, 220 NM di coppia, disponibile in modo istantaneo e accelerazione da auto sportiva da 0 a 50 km/h in 3 secondi e 1, e da 0 a 100 in 9 secondi.

Nella modalità Range Nuova 500 offre la possibilità di un’esperienza di guida nuova perché si guida con un piede solo. La funzione “one pedal” consente di gestire accelerazione e decelerazione agendo sullo stesso pedale: al rilascio il recupero di energia è massimo e questo fa decelerare la vettura fino all’arresto completo. Questo stile di guida ideale per l’uso urbano consente un elevato recupero di energia.

Quando invece l’autonomia è al minimo si può passare alla modalità Sherpa che consente al guidatore di arrivare a destinazione ottimizzando le risorse disponibili, perché quando si lavora al progetto di un’auto elettrica bisogna sempre pensare di dare al guidatore la possibilità di arrivare alla colonnina di ricarica indipendentemente da dove si trovi. Il driving mode Sherpa interviene su più elementi per ridurre al massimo il consumo energetico della vettura, proprio per assicurare il raggiungimento della destinazione impostata sul navigatore o della colonnina di ricarica più vicina.

“L’ecosistema” tecnologico e sociale di Nuova 500

Creatività, bellezza, sostanza da sole non bastano per cambiare paradigma. Ѐ importante anche tutto ciò che sta attorno all’auto, il modo in cui tutto interagisce. Per questo motivo il team di lavoro di FCA ha costruito attorno al progetto di Nuova 500 un vero e proprio sistema di servizi e soluzioni fisiche e digitali per rendere estremamente facile vivere la guida a zero emissioni. Ed è con questo spirito che parallelamente a Nuova 500 è nato e ha preso forma una rete a creata con partner d’eccellenza per rendere ricca, semplice e piacevole la mobilità elettrica. Dalla easyWalbox – la soluzione per la ricarica domestica plug and play sviluppata in esclusiva da ENGIE Eps, alle app My Easy Charge (sviluppata da Digital Charging Solutions) che consente di trovare in tutta Europa un punto di ricarica alla card unica per la ricarica e il pagamento valido in tutta Europa su quasi 200 mila colonnine di ricarica. Mentre in campo assicurativo con Assicurazioni Generali vengono fornite soluzioni personalizzate in base allo stile di guida e al reale utilizzo del veicolo.

E chi è dubbioso nel passare all’elettrico di Nuova 500, ha a disposizione Fiat GOe LIVE, l’app gratuita su piattaforme iOS e Android che permette di simulare l’utilizzo di una 500e. La simulazione mette in evidenza i potenziali benefici economici ed ecologici che si otterrebbero utilizzando la Nuova 500 al posto dell’attuale veicolo del cliente. Inoltre, l’applicazione fornisce informazioni utili per quanto riguarda l’esperienza di e-Mobility, permette di trovare le stazioni di ricarica in tutta Europa e di prenotare online la Nuova 500.

Infine, FCA ha avviato il progetto Vehicle-to-Grid (V2G), cioè l’uso delle batterie delle auto elettriche come sistemi di accumulo energetico distribuito. In partnership con ENGIE Eps e Terna è stato da poco inaugurato a Mirafiori l’impianto più grande al mondo dove i veicoli full electric di FCA e la rete elettrica interagiranno in maniera bidirezionale, permettendo – oltre alla ricarica dei mezzi – l’utilizzo delle loro batterie per fornire servizi di stabilizzazione della rete oggi testati a livello sperimentale. A regime si potranno collegare 700 Nuove 500 che con i 12 mila pannelli fotovoltaici sul tetto dell’impianto porteranno a una riduzione delle emissioni di CO2 di oltre 2100 tonnellate.

Con Nuova 500 è tutta un’altra musica

Nel panorama mondiale dell’automotive l’AVAS è quasi lo stesso in tutte le auto: un banale e anonimo suono elettronico, mentre con 500 è tutta un’altra musica, nel segno della più autentica creatività italiana.

Infatti, in un momento di ripartenza e di rinascita occorre avere una colonna sonora che accompagni il ritorno alla normalità e la Nuova 500 rappresenta il proprio cambio di modo.

Da qui una scelta unica e originale, l’AVAS (Acoustic Vehicle Alert System), l’avviso acustico per i pedoni requisito legale per i veicoli elettrici fino alla velocità di 20km/h, sulla 500 - oltre i 20km/h – di Nuova 500 si trasforma in “musica”, con la melodia composta da Nino Rota per il film Amarcord, simbolo della Dolcevita, proprio come 500.

Stile, materiali e colori di Nuova 500: bella con l’anima

Il Centro Stile Fiat nel disegnare la Nuova 500 si è focalizzato sull’anima della vettura: un prodotto che deve essere una dichiarazione dello spirito italiano.

Ed è proprio la creatività italiana a contraddistinguere lo stile e il design della vettura: un'auto elettrica che è anche bella, un'assoluta novità nel panorama delle city car a zero emissioni.

E così la Nuova 500 è la prima auto elettrica ad avere un’anima, che racchiude un vissuto, fatto di 63 anni di storia e di successi. Basta soffermarsi sull'anteriore per cogliere tutto ciò: i designer hanno concepito un frontale molto moderno e puro per conferirle una forte identità. Fin dal suo esordio nel 1957, la “faccia pulita” della 500 è associabile a quella di una vettura “elettrica”, e questo è davvero un unicum nel panorama automotive. Anche la silhouette segue il gioco dei rimandi tra passato e futuro: tutte e tre le generazioni di 500 sono definite dalla tipica linea centrale che ne caratterizza le proporzioni. È una silhouette che si distingue nel traffico, che ne determina l’unicità e che è stata modellata per essere mantenuta anche nel modello del 2020.

500 rimane fedele a sé stessa, pur rinnovandosi: l’inserimento delle batterie sotto il nuovo pianale ha dato l'opportunità di pensare ad un'auto con nuove dimensioni, evolvendola nel rispetto delle proporzioni originali: la Nuova 500 è un po’ più larga, più lunga, il passo è maggiorato ed anche i cerchi sono più grandi mentre e all'interno, l'abitacolo è più spazioso.

L’impostazione del nuovo telaio risulta più proporzionato e conferisce una percezione di accresciuta stabilità e presenza dimensionale.

Nel complesso, l'aspetto della Nuova 500 nelle sue tre varianti - cabrio, berlina e 3+1 -appare con un carattere più forte e solido, più compatto ed elegante, dalle linee pulite ed essenziali e dalle superfici semplici e sinuose.

All'interno tutti gli spazi sono stati ripensati per regalare ai passeggeri una sensazione di grande respiro, come se fossero seduti su una “romantica panchina” e, nel dialogo continuo tra passato e futuro, anche qui sono molti i rimandi che riportano alle forme della prima 500 come la plancia, che si presenta slanciata, pura ed elegante, grazie anche a un’essenzialità di pulsanti da selezionare, ordinati come in una tastiera di un pianoforte; oppure come l'ormai iconico quadro di bordo circolare o come il volante, che torna a essere a due razze.

Inoltre, lo spazio interno a disposizione è stato organizzato attraverso vari vani porta oggetti modulari, per rispondere alle diverse esigenze dei passeggeri.

Rispetto alle versioni precedenti, la Nuova 500 è decisamente più elegante e sofisticata anche nella scelta dei materiali. Se già negli ultimi dieci anni si era visto un avvicinamento di 500 al mondo dell'interior design e del fashion, con Nuova 500 si è voluto, da un lato, rafforzare questo legame attraverso l’uso di strutture tessili più ricercate dall’effetto gessato e trattamenti mélange, e, dall'altro, sottolineare un più forte legame con la natura e il benessere attraverso l’uso di tonalità calde e morbide e con un elemento di novità dettato dall’anima elettrica di Nuova 500 legato al forte interesse verso la sostenibilità.

Questo è stato reso possibile da una ricerca di materiali ecosostenibili che si è tradotto nell'applicazione sui sedili della pelle vegana e del Seaqual, la fibra che deriva dal riciclo della plastica in parte raccolta negli oceani, di vernici chrome replacement e di tappeti in fibra riciclata.

Interessante anche il trattamento della plancia della Nuova 500: oltre alla tinta scocca, stilema ormai iconico della 500, proprio per sottolineare il concetto di evoluzione e di maggiore ricercatezza e cura degli interni, per il rivestimento della plancia sono stati scelti materiali che s’ispirano a elementi naturali, come il legno trattato in modo innovativo attraverso impressioni superficiali grafiche e tridimensionali, o la lavorazione a intreccio che rimanda al concetto di artigianalità, entrambi interpretati in una chiave contemporanea e tutta 500.

Per quanto riguarda la gamma colori le tinte di Nuova 500 sono per lo più cangianti, esprimono emozioni e a sottolineare la sua ispirazione alla natura, le nuances proposte rimandano a delle vere e proprie “materie”, così da rafforzare il carattere ricercato ed evoluto di Nuova 500. Come dimostrano i colori scelti per la Opening Edition, tre livree esclusive (Ocean Green, Mineral Grey e Celestial Blue), ispirate agli elementi fondamentali della natura e ora disponibili su tutta la gamma. Le altre novità sono l’Earth Grey, a un primo sguardo un "classico" bronzo micalizzato, sobrio ed elegante, ma quando interagisce con la luce si accende di pagliuzze color "light blue" (lo stesso del logo 500e), rendendolo un colore contemporaneo, vibrante ed "elettrico"; Glacier Blue,  si tratta di un colore ceramico, delicato ed etereo: qui si incontrano azzurro, verde e grigio chiaro, per un colore vivo ma non urlato; Rose Gold,  un colore micalizzato a grana fine, che restituisce un effetto metallico, fluido, e prezioso. E poi il Cloud Grey, un grigio dalla grana molto evidente caratteristica che, combinato alla finitura opaca, restituisce un effetto decisamente materico e grintoso; l’Ice White il classico bianco pastello di 500, semplice, elegante e senza tempo. E infine l’Onyx Black un nero lucido puro, minimale, ma di grande effetto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat anteprima mondiale per la Nuova 500 3+1: completa la gamma di Nuova 500

Today è in caricamento