Domenica, 19 Settembre 2021
Auto e moto

Honda CR-V: restyling vincente per la quinta generazione del SUV dell'ala

La quinta generazione del SUV definito dal costruttore giapponese il "più efficiente della categoria", arriverà nelle concessionarie italiane nel porte aperte del 20 e 21 ottobre

La lunga storia del primo SUV targato Honda, il CR-V, uno dei primi ad irrompere sul mercato internazionale, è iniziata nel 1995. Da allora ad oggi si sono susseguite quattro diverse generazioni fino ad arrivare al 2012, anno nel quale il brand giapponese ha ottenuto il record della categoria a livello globale segnando oltre 35 mila unità in Europa nel 2017.

Dal 2012 al 2017 si è piazzato al sesto posto fra le auto più vendute al mondo con 748.048 unità. La quinta generazione del SUV Honda CR-V, definito dal costruttore giapponese come il "più efficiente della categoria", arriverà nelle concessionarie italiane nel porte aperte del 20 e 21 ottobre. Ha debuttato al Salone di Ginevra in marzo e in agosto sono iniziati i primi test riservati ai giornalisti in particolari europei. Il listino della CR-V partirà dai 28.900 euro dell'allestimento Comfort MT a trazione anteriore fino ai 43.200 euro del top di gamma, Navi CVT 4WD con cerchi da 19", head-up display ed altro ancora.

Gli allestimenti sono Elegance e Comfort per la 2WD e Elegance, Lifestyle, Executive alcuni anche a 7 posti per la 4WD. Nel 2019 arriverà la prima variante ibrida (in questo caso con 5 posti ma con la tecnologia Intelligent Multi Mode Drive (i-MMD) con un propulsore benzina da 2 litri abbinato a due unità elettriche. Un model year 2018 che si basa sul pianale modulare Compact Global Platform ereditato dalla Civic: basta dare un'occhiata per capire che il processo di svecchiamento è da considerare vincente perché i tecnici hanno pensato bene di intervenire sui gruppi ottici e sulle proporzioni della vettura regalando uno stile sportivo, un frontale a sviluppo verticale, una linea di cintura alta, una "coda" meno articolata a vantaggio della capacità di carico. Passo maggiore di 3 cm per offrire maggiore abitabilità e praticità a bordo. I montanti anteriori sono stati arretrati e le proporzioni sono adesso decisamente gradevoli. Proprio l'aerodinamica ha guidato il processo di sviluppo con una CR-V forgiata nella galleria del vento.

"Una carrozzeria molto elaborata sia nel frontale che dietro con nervature e feritoie appositamente disegnate per ridurre al massimo il Cx complessivo" ha sottolineato Vincenzo Picardi, Pr di Honda Italia, fresco di una nuova nomina importante nell'area marketing. Sembra che sia intervenuta la bacchetta magica perché con tre file di sedili é rimasta inalterata la lunghezza di 4,605 metri anche nella versione a 7 posti. L'obiettivo è di confermare le cinque stelle EuroNcap, già conquistate nel 2013 con la quarta generazione.

CR-V è disponibile con un solo propulsore benzina V-Tech ad iniezione diretta, un 1500 da 173 cv e 220 Nm di coppia con il cambio manuale a sei rapporti, anche a trazione anteriore, e da 193 cv con la trasmissione Cvt a quattro ruote motrici. I consumi oscillano tra i 6,3 litri x 100 km ed i 7,1 litri, inclusi i 6,6 litri della variante All Wheel Drive con cambio manuale. Nell'abitacolo la nuova strumentazione digitale sistemata dietro al volante si fa subito apprezzare. E' stata derivata dalla sorellina Civic ma opportunamente rivista per garantire il top della qualità. Plastiche e materiali utilizzati sono di buona fattura, sedili in pelle comodi e ben regolabili. Si sta davvero comodi, con tanto spazio per le gambe (+ 50 mm) su entrambe le file di sedili. Come optional è poi selezionabile anche la terza fila di sedili come ricordato. I due posti sono probabilmente riservati a bambini o a persone senza conformazione da pivot di basket.

Su asfalto regolare sino a Zoagli e in fuori strada il SUV giapponese ha mostrato grinta lodevole sempre garantendo il comfort di marcia con riprese interessanti e con un impianto frenante decisamente resistente e con trasmissione automatica a variazione continua CVT molto valida, cambio disponibile soloo per la 4x4. Anche in salite impegnative si è dimostrata pimpante con ottima tenuta di strada. Spazi generosi nell'abitacolo dove la seconda fila di sedili scorre fino a 15 cm, mentre per accedere alla terza fila (tra l'altro usufruendo di una portiera d'accesso con ampia apertura) sono sufficienti due piccoli gesti.

La capacità del bagagliaio è compresa fra i 150 litri nella 7 posti ed i 560 litri di quella a cinque ma salendo ad oltre 1600 litri con tutti i sedili abbattuti. Il vano di carico ha un doppio fondo. Portellone posteriore a comando elettrico Hans-Free, passando un piede sotto la scocca posteriore. A livello di connettività spicca l'integrazione con i sistemi AppleCarPlay e Android Auto. Poi Active Shutter Grill, il pacchetto Honda Sensing e l'assistente intelligente della velocità. A Tokyo gli ingegneri Hiromichi Tsushima CR-V Large Proiect Leader e Kotaro Yamamoto si erano soffermati sull'importanza della scocca del Suv con un impiego di ben il 36% di alluminio ultra resistente così da alleggerire il peso complessivo della vettura (1501 kg). Anche l'apertura di oltre 90° della seconda portiera per agevolare l'accesso a bordo rende più pratico l'utilizzo del Suv.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Honda CR-V: restyling vincente per la quinta generazione del SUV dell'ala

Today è in caricamento