rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Auto e moto

Incentivi auto elettriche: "Chiarire i vincoli per l’accesso ai bonus"

I deputati M5S Azzurra Cancelleri e Giuseppe Chiazzese chiedono al Mise di chiarire i diversi dubbi interpretativi per modalità di accesso agli incentivi per l’acquisto di auto elettriche previste dal recente decreto

Attraverso una nota, i deputati del MoVimento 5 Stelle, Azzurra Cancelleri e Giuseppe Chiazzese hanno annunciato di aver richiesto un'interrogazione indirizzata al Mise sul tema degli incentivi per l'acquisto di veicoli ecologici.

“Le modalità di accesso agli incentivi per l’acquisto di auto elettriche, previste dal recente decreto in materia, generano diversi dubbi interpretativi - si legge nella nota - per questo ieri abbiamo presentato un’interrogazione indirizzata al Ministero dello Sviluppo economico chiedendo di chiarire l’effettiva portata dei vincoli per l’accesso ai bonus”.

Bonus auto e moto fino a 5mila euro: via libera agli incentivi

“Oggi - prosegue Cancelleri - la legge prevede che per accedere agli incentivi occorra il rispetto di due precisi vincoli, quali l’obbligo di consegna dell’auto da parte del venditore entro i 180 giorni dalla stipula del contratto di acquisto e che l’acquirente beneficiario del bonus mantenga la proprietà sull’auto per un periodo non inferiore a 12 mesi dall’immatricolazione".
 
“Come segnalato dalla maggior parte delle case automobilistiche, tali limiti non risultano però praticabili in concreto - continua la parlamentare pentastellata -. Così, ad esempio, l’obbligo di consegna risulta difficilmente adempibile nel termine massimo di 180 giorni come previsto dalla normativa, perché per la maggior parte delle auto acquistate con gli incentivi, si deve procedere con la previa ordinazione dalla casa di produzione i cui tempi generalmente si aggirano tra i 300 e i 400 giorni” (va considerato come tutta la filiera automobilistica stia sperimentando enormi difficoltà a causa di problematiche come la crisi di chip e semiconduttori e l'impatto che sta avendo il conflitto russo-ucraino per ciò che concerne alcune materie prime o i cablaggi dei veicoli).

“O ancora, non si comprende ad esempio - precisa Chiazzese - cosa deve intendersi per vincolo di proprietà sull’auto, e cioè se per i dodici mesi successivi all’acquisto l’acquirente deve semplicemente mantenere la titolarità del diritto di proprietà o se occorre mantenere anche l’iscrizione del veicolo presso il Pubblico registro automobilistico. Un punto certamente nevralgico per quanti, dopo l’acquisto ma prima che il termine di dodici mesi sia interamente trascorso, dovessero decidere di trasferirsi all’estero”.    

“Ci auguriamo che in tempi brevi questi dubbi vengano chiariti dal Mise per evitare la perdita degli incentivi e causando un freno allo sviluppo della mobilità sostenibile” concludono Cancelleri e Chiazzese.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incentivi auto elettriche: "Chiarire i vincoli per l’accesso ai bonus"

Today è in caricamento