Venerdì, 25 Giugno 2021
Auto e moto

Renault avvia la sua 'Renaulution' presentando la gamma elettrificata E-Tech

8 veicoli dal 100% elettrico, al plug-in hybrid passando per il full hybrid compongono la gamma elettrificata E-TECH che sfrutta il know-how acquisito da Renault nei veicoli elettrici e nella F1

L'incantevole cornice di Tenuta Castelbuono tra le colline perugine, lì dove sorge il Carapace realizzato dal celebre scultore Arnaldo Pomodoro, è stata scelta da Renault per presentare la gamma elettrificata E-TECH, composta per ora da 8 veicoli.

Dal 100% elettrico, al plug-in hybrid passando per il full hybrid, la gamma E-TECH di Renault, che può vantare tecnologie mutuate dalla F1 e dal motorsport, offre un’ampia gamma di autovetture e veicoli commerciali per soddisfare le necesssità più disparate.

_SPI3226.jpg

Si va dal quadriciclo elettrico Twizy irriverente nel design e innovativo nel concept, alla city car per eccelllenza Twingo Electric. C'è poi la berlina compatta elettrica ZOE (disponibile anche in versione Van destinata agli operatori professionali) auto elettrica più venduta in Europa. Della gamma fanno parte anche veicoli commerciali, sia leggeri come Kangoo Z.E., ideale per una logistica sostenibile a zero emissioni, sintesi di praticità e funzionalità e il grande furgone elettrico Master Z.E., perfetto per le consegne dell’ultimo miglio nei centri urbani.

La gamma elettrificata del costruttore francese comprende anche auto ibride: c'è Clio E-TECH Hybrid, che consente una guida in full electric fino all’80% del tempo in città e consumi ridotti di carburante fino al 40%, il Captur E-TECH Plug-in Hybrid, per andare lontano e infine Mégane E-TECH Plug-in Hybrid, l’energia per il business.

Renault leader nel mercato dei veicoli elettrificati

L'impatto della pandemia sul mercato automobilistico a livello mondiale è stato notevole, non hanno fatto eccezione i mercati europei e in particolare quello italiano (essendo il nostro Paese uno dei più colpiti e da più tempo rispetto ad altri). Nonostante il clima negativo generato dalla crisi sanitaria, nel 2020 il mercato elettrico ha fatto registrare una crescita del 187% (Autovetture + Veicoli Commerciali) e, su questo mercato, Renault ha affermato la sua leadership, con 6.960 immatricolazioni ed una quota di mercato del 20,7%.

Il veicolo elettrico più venduto, ZOE ha moltiplicato le sue vendite fino a 5.424 unità, mentre in soli 3 mesi dal lancio, Twingo Electric ha fatto registrare 1.172 immatricolazioni, classificandosi all’interno della Top 10. Nel mercato dei veicoli commerciali elettrici, Kangoo Z.E. è stato il veicolo più venduto, con 257 immatricolazioni ed una penetrazione del 22,7%. L’offerta elettrica Renault per la clientela professionale si completa con ZOE Van e Master Z.E.

Renault ha lanciato anche una forte offensiva sul mercato dei veicoli ibridi plug-in con l’introduzione delle motorizzazioni ibride plug-in E-TECH. Nel 2020, Renault Captur si è attestato come leader del mercato dei veicoli ibridi plug-in, con 3.455 unità e Renault si è classificata nella Top 3 di questo mercato, dopo soli 4 mesi dalla commercializzazione della nuova gamma ibrida plug-in E-TECH.

Il Gruppo Renault ha confermato, inoltre, di aver raggiunto gli obiettivi della normativa CAFE (acronimo che sta per Clean Air For Europe programme) per ciò che concerne le autovetture e i veicoli Commerciali alla fine del 2020.

_CPK2079.jpg

Italiani favorevoli alla transizione verso la mobilità elettrica

Il Gruppo Renault, in collaborazione con l’istituto di ricerche di mercato Ipsos, ha fatto un ritratto della mobilità elettrica dopo la crisi dovuta al COVID-19, da cui emerge la tendenza degli Europei, e in particolar modo degli Italiani, a favore dell’accelerazione della transizione verso la mobilità elettrica. Gli italiani coinvolti nella ricerca hanno mostrato grande apertura e sensibilità verso il tema della mobilità elettrica.

Il contesto attuale li vede, infatti, piuttosto inquieti per il cambiamento climatico, che pongono al primo posto tra le questioni che maggiormente li preoccupano (35%). Insieme all’Inghilterra, l’Italia è il paese che più ha percepito e, probabilmente, apprezzato i miglioramenti a livello climatico durante il lockdown (62% contro il 56% della media europea). Gli Italiani sono anche i primi che vedono nello sviluppo di modalità di trasporto meno inquinanti la soluzione prioritaria da mettere in campo per combattere il riscaldamento globale (49% vs il 41% della media dei G5).

Per questo motivo, sono tra i principali sostenitori dei veicoli elettrici e ibridi, che ritengono non siano una moda passeggera, ma denotino una profonda trasformazione nel modo di spostarsi in auto (79%). Gli Italiani si sentono coinvolti in prima persona in questo processo di trasformazione: uno su due pensa che la prossima auto a breve termine possa essere un’auto elettrica e addirittura due su tre pensano possa essere un’auto ibrida (i valori più elevati tra tutti i paesi del G5). Coerentemente, la prima motivazione all’acquisto dei veicoli elettrici o ibridi è associata alla riduzione delle emissioni inquinanti (46%, secondi solo ai tedeschi, primi tra i G5 con il 56%), seguita dalla riduzione della spesa per il carburante (43%).

Tra le dinamiche che potrebbero ulteriormente incentivare la transizione dal termico all'elettrico vi è prima di tutto l'abbattimento dei prezzi, in secondo luogo la diminuizione dei tempi di ricarica e l'aumento dell'autonomia e infine l'introduzione di nuove agevolazioni fiscali da parte dello stato e l'aumento dell'infrastruttura.

La Renaulution

Il piano strategico Renaulution, presentato da Luca de Meo lo scorso 14 Gennaio, prevede una nuova organizzazione con 4 Business Unit (Renault, Dacia-Lada, Alpine e Mobilize) che consentirà di creare un portafoglio di prodotti con 24 lanci di prodotti entro il 2025 – di cui la metà nei segmenti C/D – e almeno 10 veicoli elettrici.

_CPK2465.jpg

La nouvelle Vague di Renault

Renault intende incarnare il concetto di modernità e continuare ad apportare innovazione nell’industria automotive, ma anche nei servizi relativi ai settori energia, tecnologia e mobilità. Per riuscirvi, il costruttore francese farà ricorso a tutte le sue carte vincenti, proponendosi come attore leader dell’elettrificazione entro il 2025. Verrà sviluppato un “Electro Pole” potenzialmente nel nord della Francia, con la maggior capacità di produzione di veicoli elettrici del Gruppo al mondo, saranno condotte joint-venture sull’idrogeno per i veicoli alimentali da celle a combustibile.

Renault ambirà ad avere il mix di prodotto più “verde” in Europa, anche per questo la metà dei lanci effettuati in Europa saranno veicoli elettrici. La marca, inoltre, dovrebbe essere in grado di raccogliere la sfida sul mercato dei veicoli ibridi con il 35% del mix.

_SPI3645.jpg

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renault avvia la sua 'Renaulution' presentando la gamma elettrificata E-Tech

Today è in caricamento