Giovedì, 24 Giugno 2021
Auto e moto

Tesla Model 3: vicina agli automobilisti

Il sistema di ricarica adottato è quello standard europeo. Ma i possessori di Model 3 potranno usufruire con facilità anche delle colonnine Supercharger

Benvenuta Model 3! Ospitata per la prima volta nello show room milanese, finalmente la piccola supercar ha varcato i confini, pronta alla commercializzazione che aprirà nel 2019. Nessuna sorpresa su motori e carrozzeria, piuttosto sui sistemi di ricarica.

Un’elettrica per “tutti”

Se la Model X e la Model S sono state equipaggiate dalla tecnologia Supercharger – con tutta una rete europea dedicata – , prevedendo l’aggiunta di un adattatore per le colonnine CCS Combo a 500 euro, con Model 3 le cose cambiano. Il modello, infatti, vuole essere un’elettrica per tutti. Per la ricarica l'auto è stata fornita di un sistema standard con connettore CCS Combo2.

tesla3-2

Più di 9000 colonnine in Europa per Tesla Model 3

Una notizia più che positiva per chi pensa di passare all’elettrico ma ha l’ansia di rimanere a piedi. Alle 430 stazioni di ricarica Supercharger (3600 punti nel vecchio continente) a cui presto verrà aggiunta la presa CCS, per i possessori di Model 3 si aggiungeranno anche le 5.500 colonnine in Europa, parecchie delle quali ultraveloci, pronte ad arrivare nel prossimo futuro a 350 kw. Un modo per modo di avvicinare più che mai la piccola “supercar” alle persone, dopo aver puntato ad un prezzo molto più basso rispetto alle sorelle a listino.

La versione statunitense parte dai 48.500 dollari (42.943 euro) per la due ruote motrici con batteria Mid Range. La Model 3 Dual Motor da 55.500 dollari (49.141 euro), mentre per la Performance servono 66.500 dollari (58.881 euro). I primi ad averla saranno chi l’ha prenotata online, sborsando 1000 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tesla Model 3: vicina agli automobilisti

Today è in caricamento