Mercoledì, 28 Luglio 2021
Motori

Dodge Viper, fine di un mito: il 31 agosto chiude lo stabilimento di Detroit

Dal 1991 ad oggi prodotti circa 30mila esemplari della sportiva diventata un'auto di culto per gli appassionati della velocità

Le voci di una possibile chiusura si rincorrevano dal 2015 ma ora è ufficiale: dopo 25 anni la Dodge Viper smetterà di essere prodotta. Lo stabilimento di Conner Avenue, a Detroit in cui viene assemblata quasi artigianalmente la roadster coupé da 90,000 $, chiuderà i battenti a partire dal prossimo 31 agosto.

Così ha deciso Fiat Chrysler Auto NV che ricollocherà gli 87 dipendenti in altri stabilimenti del gruppo. A detta di Jodi Tinson, portavoce di FCA Usa per le attività industriali e sindacali, l'azienda non sta smantellando la sua produzione a Detroit e destinerà l'impianto di Conner Avenue ad altri usi, ancora da definire. 

Dal 1991 ad oggi sono stati prodotti oltre 30mila esemplari di Dodge Viper. Inizialmente l'assemblaggio avveniva nella Mack Avenue New Plant, fino al passaggio nello stabilimento di Conner Avenue, conosciuto dagli appassionati come "Home of Vyper", avvenuto nel 1995. La Viper, entrata nell'immaginario collettivo anche grazie a celebri videogames come la saga di Gran Turismo, è giunta alla sua quinta generazione, è disponibile nelle versioni SRT Coupé e GT Coupé con un motore V10 da 645 cavalli. 

Per i 25 anni dall'uscita del primo modello, sono state ideate sei serie speciali che sono andate subito esaurite grazie al grosso seguito di questa vettura tra gli appassionati. Secondo le stime degli esperti d'auto, la Viper ora è un'auto da collezione, e per gli esemplari più nuovi il prezzo può arrivare a circa 170mila dollari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dodge Viper, fine di un mito: il 31 agosto chiude lo stabilimento di Detroit

Today è in caricamento