Sabato, 5 Dicembre 2020

Regno Unito, dal 2030 stop alla vendita di auto e furgoni a benzina e diesel

Lo ha dichiarato il primo ministro britannico, Boris Johnson, con l'obiettivo di ridurre le emissioni e creare nuovi posti di lavoro

Anche il Regno Unito si unisce alla schiera dei Paesi che hanno già definito misure e obiettivi per diminuire la dipendenza dai combustibili fossili e il conseguente impatto ambientale. Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha infatti dichiarato che il Regno Unito metterà fine alla vendita di nuove auto e furgoni a benzina e diesel nel 2030. 

Si tratta di un provvedimento che rientra in una più ampia idea di "ripresa verde" finalizzata alla riduzione delle emissioni e alla creazione di nuovi posti di lavoro in ambito industriale. Originariamente lo stop alla vendita di veicoli nuovi a benzina e diesel sarebbe dovuto entrare in vigore dal 2035 ma Johnson ha scelto di anticipare per recuperare consensi in un momento di crisi, dovuto principalmente alle difficoltà nel contenere la pandemia.

Stando a quanto si è potuto apprendere finora, il piano prevede l'investimento da parte del governo di circa 12 miliardi di sterline, a cui si affiancherà una spesa di tre volte superiore da parte del settore privato. Tutto ciò dovrebbe portare alla creazione di oltre 250.000 nuovi posti di lavoro, secondo Johnson. In questa manovra, tra le altre cose, vi sono anche fondi per nuovi investimenti nel nucleare, generazione di energia da idrogeno e l'efficientamento energetico degli edifici. Johnson ha inoltre ribadito l'obiettivo del Regno Unito di raggiungere 40 GW di capacità eolica offshore entro il 2030, parte del più ampio traguardo del raggiungimento di zero emissioni nette entro il 2050.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regno Unito, dal 2030 stop alla vendita di auto e furgoni a benzina e diesel

Today è in caricamento