Martedì, 13 Aprile 2021

Gestione e pedaggi: come funzionano le autostrade in Europa

Una panoramica su come funzionano e come vengono gestite le reti autostradali nel resto d'Europa

Un tratto dell'Autobahn A1 in Germania / ANSA

Un’analisi della effettuata dal Research Institute of Applied Economics, seppur risalente al 2007, consente di mettere a confronto la soluzione per le autostrade italiane proposta dal ministro competente con quelle messe in atto nel tempo in Europa. Ecco cosa succede negli altri Paesi

Le autostrade sono pubbliche e gratuite in Germania: l’intera rete delle Autobahn (13.000 km) viene finanziata con risorse del bilancio statale e non ha costi per l’utenza (nel 2005 è stato  però introdotto un pedaggio basato su un sistema di rilevamento satellitare dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 12 tonnellate); dal 1994 i privati possono costruire e gestire (riscuotendo pedaggio) tratte specifiche, ponti o tunnel (ma pochi l’hanno fatto).

Nel Regno Unito pubblico e privato convivono ma si paga solo per la 'M6 Toll' che bypassa la città di Birmingham, con una concessione di 53 anni e per i 13 progetti realizzati grazie a privati dal 1994 al 2013 (ai privati è stata data una concessione di 30 anni e la loro remunerazione è correlata a qualità del servizio, livello di sicurezza e di congestione del traffico.

Le autostrade austriache sono in mano a una spa al 100% statale e pagano solo i veicoli pesanti: i veicoli fino a 3,5 tonnellate devono munirsi di un bollo autoadesivo, che prevede varie durate, fino a un costo annuale di 87,30 euro e in generale per i veicoli pesanti è previsto un pedaggio in base alla distanza percorsa.

La Spagna prevede pedaggi solo sul 20% della sua rete autostradale ma alcune tratte specifiche è possibile applicare tariffe di cogestione. I pedaggi vengono definiti dal ministero dei Lavori pubblici.

Anche in Svezia la maggior parte delle autostrade è gratuita mentre la pianificazione degli investimenti è affidata a un'agenzia statale (che  affida a società private la costruzione e la manutenzione della rete) e subordinata al via libera del Parlamento, cui spetta fissare le tariffe.

Le autostrade francesi sono a pagamento e gestite da 19 concessionari privati, mentre al controllo e alla gestione delle concessioni autostradali provvede la Direzione generale delle infrastrutture, dei trasporti e del mare (Dgtim).

In Svizzera proprietà e gestione sono statali e c’è un pedaggio unico per l’uso dell’intera rete. 

La Grecia deve risanare i conti quindi sta privatizzando le autostrade in precedenza interamente pubbliche, così da alleviare i costi a carico dello Stato e garantirsi introiti una tantum.

Dal blog "Asso di denari"

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione e pedaggi: come funzionano le autostrade in Europa

Today è in caricamento