Lunedì, 30 Novembre 2020

Acquistare auto con la legge 104: come fare e quali requisiti bisogna avere

Tutto ciò che c'è da sapere su chi può e come accedere alle agevolazioni fiscali per comprare un’auto usufruendo della legge 104/92

La legge 104 è una legge-quadro “per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate” che tutela i diritti delle persone con disabilità.

Essa dispone una serie di agevolazioni lavorative e fiscali per le persone portatrici di handicap e per i loro familiari. Tra le agevolazioni fiscali, oltre all’esenzione dal pagamento del bollo auto, il soggetto o i familiari che rispondano ai criteri stabiliti dall’articolo 3 comma 3 della legge 104, possono anche accedere ad un forte incentivo sul prezzo d’acquisto di un autoveicolo. Scopriamo quali sono i passi necessari affinché ciò avvenga.   

Riconoscimento dello status di handicap

Affinché la legge riconosca un individuo come portatore di handicap bisogna innanzitutto far sì che la disabilità venga legalmente riconosciuta. Ai sensi della Legge 104/92, il soggetto portatore di handicap deve sottoporsi a visita medica presso un’apposita commissione mista dell'ASL dove, assieme a quella del medico, compaiono altri medici esperti come ad esempio psicologi/psichiatri, assistente sociali. Nel caso di persone con difficoltà o impossibilità ad essere trasportate è prevista la possibilità di visite domiciliari. In particolare per l’acquisto di auto con la legge 104 bisogna rispettare le condizioni dell’articolo 3 comma 3 della suddetta legge. Esso stabilisce che può accedere alle agevolazioni:

  • Il soggetto con un grave handicap certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl. Vale a dire una «persona con minorazione (singola o plurima) che abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità»;
  • I disabili con handicap grave derivante da patologie (comprese le pluriamputazioni) che comportano una limitazione permanente della capacità di deambulazione;
  • I disabili con ridotte o impedite capacità motorie: solo per questa categoria di disabili, le agevolazioni sono subordinate all’adattamento dell’auto alle limitate capacità del conducente beneficiario.

Legge 104: per richiedere il permesso ci vorranno tre giorni di preavviso

Per beneficiare dell’agevolazione prevista dalla legge 104 sull’auto è necessario che il veicolo sia usato, unicamente o anche solo in via prevalente, a beneficio del disabile. I familiari del disabile possono dunque saltuariamente utilizzare il veicolo anche per scopi diversi dall’assistenza, l’unica condizione è che non si usufruisca di suddetto beneficio non avendone diritto.

Quali sono le agevolazioni auto per chi ha la 104?

Chi usufruisce della legge 104 e intenda acquistare un’auto può usufruire di due principali agevolazioni concesse dalla legge. La più importante riguarda una detrazione Irpef del 19%, mentre l'altra riguarda l’Iva agevolata al 4% piuttosto che al 22%. 

Detrazione Irpef sul prezzo di acquisto

Contrariamente a quanto credono in molti, l’agevolazione consentita dalla legge 104 in merito all’acquisto dell’auto, non è uno sconto praticato dal concessionario: il titolare della 104 (o il familiare), infatti, ha diritto a una detrazione dall’Irpef del 19%.  Ciò vuol dire che il 19% va detratto dall’Irpef da pagare (in 1 o 4 anni a scelta del contribuente). Essa è dunque uno sconto sulle tasse da pagare con la successiva dichiarazione dei redditi. La legge stabilisce che la spesa massima detraibile è di 18.075,99 euro: sull’eventuale surplus di prezzo non si applica più la detrazione. Quindi, in ogni caso, la spesa massima che si può recuperare dalle tasse è di 3.434,43 euro, a prescindere dal costo dell’auto (ossia il 19% del tetto massimo di 18.075,99 euro). La detrazione può essere usufruita per intero nel periodo d’imposta in cui il veicolo è stato acquistato o, in alternativa, in quattro quote annuali di pari importo. Ciò significa che si può ottenere lo sconto sulle tasse da pagare tutto in un’unica volta, nell’annualità successiva a quella dell’acquisto, oppure spalmarlo nei 4 anni successivi.

Iva agevolata al 4% anziché al 22%

Chi acquista l'auto usufruendo dei vantaggi concessi dalla legge 104 può ottenere un cospicuo sconto sul prezzo. Come detto in precedenza, infatti, la legge prevede l’Iva è al 4%, anziché al 22%. Ciò vale sia su per quanto riguarda le auto nuove sia quelle usate a condizione che la cilindrata sia fino ai 2000 centimetri cubici, per i motori benzina e ai 2800 centimetri cubici per i motore diesel. L’applicazione dell'Iva ridotta al 4% si estende anche all’acquisto di optional, all'adattamento di veicoli non adattati, già di poprietà del disabile. Va ricordato che l’Iva al 4% è un vantaggio di cui si può approfittare soltanto se ad acquistare l’auto è il disabile o il familiare che lo ha fiscalmente in carico. Non può essere applicata  agli autoveicoli intestati ad altre persone, a società commerciali, cooperative, enti pubblici o privati, anche se destinati a trasportare disabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquistare auto con la legge 104: come fare e quali requisiti bisogna avere

Today è in caricamento