rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Notizie

Bollo auto, chi ha diritto all'esenzione e come fare domanda

L'esenzione bollo in Italia può essere richiesta da chi rientra nelle categorie normate dalla legge 104: come fare domanda

Chi ha diritto all'esenzione del bollo auto? Certamente coloro che rientrano nelle categorie normate dalla legge 104. Esistono però delle precise circostanze e dei requisiti per cui si può richiedere questa agevolazione.

Esenzione bollo auto: chi ne ha diritto

Innanzitutto il soggetto interessato deve essere in possesso di un tesserino che viene rilasciato alle persone disabili o invalide temporaneamente. L'emissione del tesserino non ha come conseguenza diretta l'esenzione dal pagamento del bollo che non spetta a tutti gli invalidi ma solo ai seguenti soggetti: persone sorde o non vedenti, disabili con handicap mentali o con gravi capacità di deambulazione e invalidi con ridotte capacità motorie.

Bollo auto, rivoluzione dietro l'angolo: cambiano i criteri di calcolo

L'esenzione bollo in Italia può essere richiesta anche dai familiari degli invalidi nel caso in cui dimostrino di aver a carico il disabile e che quest’ultimo non superi un reddito di 2.840,51 euro. L’agevolazione riguarda i veicoli utilizzati per favorire la mobilità dei soggetti portatori di handicap o invalidi. Rientrano in particolare in questa categoria i mezzi che hanno fino a 2000 cc per i motori a benzina e 2800 cc per i diesel.

Come fare domanda? Bisogna inoltrare la richiesta all'Agenzia delle Entrate della propria Regione entro 90 giorni dalla scadenza del pagamento del bollo. Per gli anni successivi non è necessario presentare nuovamente la domanda sempre che siano rimasti invariati i presupposti della stessa. In caso contrario se i requisiti cambiassero, venissero meno o si decidesse di vendere l’auto l’intestatario sarebbe obbligato a comunicare i cambiamenti avvenuti all'Agenzia delle Entrate.

Auto, agevolazioni fiscali per disabili

Le agevolazioni fiscali settore auto, per le persone con disabilità, sono:

  • Detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto
  • Iva agevolata al 4% sull’acquisto
  • Esenzione dal pagamento del bollo auto
  • Esenzione dal pagamento dell’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà

Come calcolare il costo del bollo auto e cosa succede per i pagamenti tardivi 

Le agevolazioni fiscali per il settore auto sono riservate alle seguenti categorie:

  • non vedenti e sordi,
  • disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento (in possesso di certificazione di grave handicap (comma 3 dell’articolo 3 della legge n. 104/1992), certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl);
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni (in possesso di certificazione di grave handicap (comma 3 dell’articolo 3 della legge n. 104/1992), certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl.);
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie (persone che presentano ridotte o impedite capacità motorie ma che non risultano contemporaneamente “affetti da grave limitazione della capacità di deambulazione”).
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollo auto, chi ha diritto all'esenzione e come fare domanda

Today è in caricamento