Giovedì, 23 Settembre 2021
Notizie

Arabia Saudita: 30 mila donne pronte alla patente di guida

A giugno il primo esame della storia: il re pensava di aggiungere un tassello burocratico. È' diventata rivoluzione di valori.

Sono già pronte per lo storico appuntamento del primo esame di guida della storia le donne dell’Arabia Saudita. Il 26 settembre 2017 quando il re Mohammed bin Salman emanò il nuovo decreto che apriva loro l'accesso al brevetto, in poco tempo si iniziarono già a mettere in fila con le loro supercar: suv, gt da sogno, spider. Obiettivo? Imparare a guidare e arrivare preparate al grande giorno. Sono oltre trentamila le iscritte all’esame ora.

Da tassello burocratico a rivoluzione

Si pensava sarebbe stato solo un tassello burocratico e invece no. L’auto è libertà a tutto tondo, specie per chi non ne ha mai avuto molta. Dunque, in Arabia Saudita non ci hanno messo molto a ricredersi: alla luce di tante iscritte, questa “concessione” è diventata voglia di parità di diritti e simbolo di liberazione. Una specie di movimento popolare.

Arabe al volante: numeri e prospettive

Il giorno in cui per la prima volta nella storia le donne arabe potranno guidare è fissato per giugno. Il numero delle iscritte è altissimo in rapporto alle dimensioni del Paese, ma anche rispetto all’affluenza del primo ateneo pubblico riservato all’istruzione superiore delle donne - il Princess Nourah Univeristy di Ryad –: qui ci studiano 60 mila persone. Ad oggi le donne a cui viene concessa l’istruzione, che stanno imparando a guidare, corrisponde a più della metà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arabia Saudita: 30 mila donne pronte alla patente di guida

Today è in caricamento