Lunedì, 2 Agosto 2021
Motori

Veicoli elettrici come centrali energetiche mobili: al via l'esperimento di Nissan e TEPCO

Uno studio valuterà il potenziale dei veicoli elettrici Nissan come strumento di supporto per stabilizzare la domanda di energia all’interno della rete elettrica

Nissan Motor Co., Ltd. e Tokyo Electric Power Co. (TEPCO) lanciano uno studio in Giappone per valutare in che modo i veicoli elettrici contribuiscano a stabilizzare il consumo di energia all’interno della rete elettrica.

Partecipano allo studio un gruppo di dipendenti TEPCO alla guida del veicolo commerciale 100% elettrico Nissan e-NV200 e un gruppo dipendenti Nissan al volante del veicolo 100% elettrico Nissan LEAF, il più venduto al mondo. Il progetto durerà fino alla fine di gennaio 2018.

Quando la domanda di energia elettrica risulterà bassa, TEPCO invierà un avviso ai partecipanti e chi deciderà di ricaricare il veicolo in questo arco di tempo potrà ottenere degli incentivi in base alla quantità di energia ricaricata. Verrà quindi valutata la disponibilità dei proprietari dei veicoli 100% elettrici a modificare le abituali fasce orarie di ricarica per contribuire a ridurre le fluttuazioni nella domanda di energia. Le informazioni raccolte aiuteranno a definire le modalità di utilizzo più efficaci per le auto 100% elettriche al fine di stabilizzare i consumi energetici.

In futuro le energie rinnovabili verranno impiegate con maggiore frequenza, in linea con il graduale passaggio a una società a emissioni ridotte. Per sfruttare le energie rinnovabili in modo stabile ed efficace, le “centrali elettriche mobili” dovranno integrare e gestire le risorse energetiche disperse con il contributo dei clienti. I veicoli elettrici possono essere una risorsa di energia virtuale attraverso il controllo della batteria in fase di ricarica e di restituzione alla rete in collaborazione con gli operatori energetici.

Il progetto Nissan-TEPCO si avvarrà delle infrastrutture esistenti e del sistema telematico Nissan Connect EV, un servizio che consente ai proprietari dei veicoli elettrici di monitorare da remoto le condizioni della propria auto e di controllare lo stato della batteria tramite una App per smartphone e tablet. Avrà un ruolo chiave anche EVsmart, una App che individua le stazioni di ricarica per i veicoli, offrendo un’interfaccia grafica e raccogliendo e gestendo le informazioni. I partecipanti potranno installare gratuitamente entrambe le App sui propri smartphone o tablet.

Si tratta di un progetto unico nel suo genere in Giappone. Nissan intende avviare partnership con i principali fornitori di energia elettrica in tutto il mondo, al fine di creare centrali virtuali basate sui veicoli elettrici e contribuire così a una società smart e alla creazione di un ecosistema: un piano in linea con la strategia aziendale Nissan Intelligent Integration, uno dei pilastri della visione Nissan Intelligent Mobility.

TEPCO punta invece a procedere con le sue attività di sviluppo del sistema, per adattarlo a un’ampia gamma di veicoli elettrici prodotti da diverse case automobilistiche. L’azienda sta definendo un sistema compatibile con numerosi dispositivi di carica e restituzione alla rete, volto a ottimizzare le operazioni di adeguamento delle reti elettriche.

Nissan e TEPCO presenteranno i risultati del progetto all’Agenzia giapponese per le Risorse Naturali e l’Energia, nel quadro del loro “Demonstration experiment of virtual power plant construction leveraging energy resources on the demand side, Fiscal Year 2017” (Esperimento dimostrativo sull’implementazione di centrali elettriche virtuali capaci di sfruttare le risorse energetiche in base alla domanda, esercizio fiscale 2017”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veicoli elettrici come centrali energetiche mobili: al via l'esperimento di Nissan e TEPCO

Today è in caricamento