La Federazione Italiana Fuoristrada entra ufficialmente nel sistema della Protezione Civile

Un importante riconoscimento per la “casa” dei fuoristradisti italiani per le altissime competenze specifiche che FIF garantisce in merito ai movimenti di veicoli su ogni tipo di terreno e in ogni situazione meteorologica o ambientale

Seppur poco ricordata, quella del 24 febbraio 1992 è una data che ha segnato un passo importante per la crescita civile del nostro Paese.
Quel giorno infatti, con l’approvazione della legge n. 225, l’intuizione di Giuseppe Zamberletti venne infine codificata con la costituzione del Servizio Nazionale di Protezione Civile.

Agli inizi degli anni “80 infatti, colui che di fatto viene considerato il padre della Protezione Civile, comprese che non era possibile gestire le emergenze territoriali (materia complessa e delicata) in base alle competenze di singole Amministrazioni, Enti o Corpi dello Stato. Secondo Zamberletti le competenze e le esperienze dei singoli dovevano invece confluire in un unico centro di coordinamento, che fosse in grado di gestire tutte le attività. In pratica un unico cervello pensante a coordinare l’attività degli organi periferici. E sempre a Zamberletti si deve anche la valorizzazione del volontariato, altra importantissima tessera del mosaico della Protezione Civile.

In questo fine 2019, la Federazione Italiana Fuoristrada è divenuta anch’essa parte di questo complesso sistema, con l’ingresso nell’ "Elenco Centrale" di Protezione Civile. La notizia è di assoluta rilevanza. Il grande riconoscimento nazionale che FIF ha ottenuto, sotto la guida del Presidente Marco Pacini e del Consiglio Federale, è il frutto di anni di duro lavoro organizzativo e gestionale, tale da aver consentito, per la prima volta nella storia del fuoristradismo italiano, un così prestigioso ed importante risultato. Ma non si tratta di solo prestigio bensì del riconoscimento concreto delle altissime competenze specifiche che FIF garantisce in merito ai movimenti di veicoli su ogni tipo di terreno, in ogni situazione meteorologica o ambientale.

Si stanno già approntando i Nuclei e i Raggruppamenti di Protezione Civile di Federazione Italiana Fuoristrada, ai quali si dovranno riferire i soci che vorranno essere in prima fila come volontari. In ogni situazione di emergenza o difficoltà, dove la passione per il fuoristrada potrà essere messa a disposizione di chi ne ha bisogno, FIF sarà presente con la generosità che contraddistingue da sempre gli appassionati di off road.

Questo straordinario risultato sarà accompagnato da un altrettanto straordinario impegno di coordinamento e di formazione che, sin da gennaio consentirà ad ogni volontario iscritto ad un Club FIF, di poter accedere ufficialmente al mondo della Protezione Civile.
Coordinatore Nazionale dei Volontari di Protezione Civile FIF è stato nominato il Consigliere Federale Liborio Manente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

  • La giornalista Rosanna Sapori trovata morta nel lago d'Iseo

Torna su
Today è in caricamento