rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Sicurezza

Riparte la campagna "Vacanze Sicure" per verificare lo stato degli pneumatici

Promossa da Assogomma e Federpneus con la collaborazione della Polizia di Stato, l’attività di controllo su strada dei pneumatici ha lo scopo di verificare lo stato delle gomme di 10.000 automobili che circolano sulle strade del nostro Paese

Anche quest'anno torna la campagna di controlli su strada "Vacanze Sicure" che dedica particolare attenzione alle condizioni degli pneumatici, ed è promossa da Assogomma e Federpneus in collaborazione con la Polizia di Stato.

L’attività di controllo su strada dei pneumatici ha lo scopo di verificare lo stato delle gomme di 10.000 automobili che circolano sulle strade del nostro Paese. I controlli si concentreranno nelle regioni Piemonte e Valle d’Aosta, Veneto, Toscana, Marche e Puglia e si svolgeranno nel mese di maggio con una coda nelle prime due settimane di giugno.

In un periodo in cui sulle nostre strade arrivano i primi turisti stranieri e gli italiani iniziano i fine settimana nelle località montane e balneari, è importante affrontare i viaggi, soprattutto se medio lunghi, con la vettura in ordine. Prima di tutto occorre avere gomme gonfie e in buono stato perché quei pochi centimetri quadrati di gomma sono l’unico punto di contatto tra il nostro veicolo e il suolo. Su di essi dobbiamo contare per frenare, ammortizzare, dare direzione allo sterzo, trasferire e trasportare i carichi, ecc.

I controlli sono stati preceduti da una sessione di aggiornamento tecnico rivolta alle pattuglie della polizia stradale organizzata da Assogomma. In tale occasione alle pattuglie coinvolte sono stati consegnati degli appositi spessimetri di precisione nonché moduli per la registrazione dei rilievi stradali. I moduli, debitamente compilati, verranno analizzati su modello del Politecnico di Torino che vanta ormai un data base di oltre 160 mila controlli effettuati nell’arco di tanti anni di attività congiunte. Ne scaturirà una fotografia aggiornata sugli andamenti e le tendenze circa lo stato delle gomme sulle nostre strade.

I dati raccolti, opportunamente elaborati verranno illustrati a luglio, prima dell’esodo estivo. Dal 16 maggio e sino al 14 ottobre, è vietata la circolazione con pneumatici di tipo M+S (gomme invernali) con codici di velocità inferiori rispetto a quelli riportati in carta di circolazione. Si tratta di una grave infrazione che configura una modifica delle caratteristiche tecniche del veicolo e che quindi può essere sanzionata, non solo con una multa, ma anche con il fermo del mezzo.

Sul tema il Direttore del Servizio Polizia Stradale osserva: "Il cedimento di un pneumatico oppure l'elevata usura del battistrada possono causare gravi incidenti stradali. Pertanto, è estremamente importante che i pneumatici siano mantenuti in perfetta efficienza. Come Polizia Stradale raccomandiamo sempre di verificare lo stato e l’usura degli pneumatici senza trascurare pressione di gonfiaggio ed equilibratura soprattutto prima di lunghi viaggi. Il potenziamento delle verifiche specifiche effettuate dalla Polizia Stradale nel 2022 nelle cosiddette "Operazioni ad alto impatto", che hanno visto l’impiego di 2.498 pattuglie, ha permesso di controllare complessivamente 15.664 veicoli e di contestare 10.275 violazioni. Di queste 664 riguardavano pneumatici non efficienti a causa di battistrada inferiore a quello prescritto; 271 pneumatici con tagli o incisioni sul battistrada e 144 le violazioni per pneumatici non adeguati alle prescrizioni stagionali. Non sono mancate violazioni per pneumatici alterati nelle caratteristiche costruttive e/o funzionali (31 violazioni) per penumatici non omologati (21 violazioni) e penumatici aventi misure diverse da quelle riportate nella carta di circolazione (18 violazioni)".

"Con un parco auto sempre più vecchio, la manutenzione dell’auto deve assumere un ruolo fondamentale per la sicurezza stradale e la cura dei pneumatici occupa un posto di assoluto rilievo. Anche a causa di un manto stradale troppo spesso trascurato, pieno di buche ed avvallamenti, è necessario programmare controlli periodici dal gommista per far eseguire una verifica visiva dello stato dei pneumatici e del corretto gonfiaggio, anche e soprattutto in vista delle lunghe percorrenze che caratterizzeranno le vacanze estive. Gonfiaggio e verifica, nonostante i rivenditori specialisti le effettuino gratuitamente, non vengono eseguiti periodicamente dagli automobilisti. Infatti, oltre il 52% degli automobilisti circola con gomme sottogonfiate" – dice Fabio Bertolotti, Direttore Assogomma – "un problema in quanto il veicolo trasmette all’automobilista insicurezza di guida per alterato comportamento del mezzo e, con le alte temperature esterne, il pneumatico si può surriscaldare sino al suo cedimento strutturale, ovverosia al suo scoppio. Un pneumatico sgonfio produce un inutile danno all’ambiente perché fa aumentare i consumi di carburante fino al 15% e dà luogo ad un’usura disomogenea del pneumatico che quindi dovrà essere sostituito più precocemente. Gli automobilisti devono sempre pensare che i pneumatici vivono d’aria e l’aria non costa nulla, ma è fondamentale per garantire le loro ottimali caratteristiche prestazionali".

Sul sito www.pneumaticisottocontrollo.it sono disponibili numerose informazioni sui pneumatici per effettuare scelte più consapevoli, per procedere a manutenzioni periodiche, per immagazzinare i pneumatici in maniera corretta, per osservare tutte le normative vigenti che se eseguite puntualmente consentiranno agli automobilisti di viaggiare al meglio e quindi di trascorrere "Vacanze Sicure".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte la campagna "Vacanze Sicure" per verificare lo stato degli pneumatici

Today è in caricamento