Lunedì, 20 Settembre 2021
Sicurezza

Rc Auto, occhio alle truffe: i cinque siti da evitare

L'Ivass, Istituto per la Vigilanza delle Assicurazioni, ha diramato un comunicato in cui avverte i consumatori la pericolosità di cinque portali, che svolgono l’attività di intermediazione assicurativa illegalmente

Foto di repertorio

Ormai è diventata un'abitudine molto diffusa, quella di confrontare sul web i prezzi delle polizze Rc Auto per poter scegliere la più vantaggiosa, sia dal punto di vista economico che da quello assicurativo. 

Ma bisogna fare molta attenzione, esistono dei siti internet che non sono riconducibili a intermediari assicurativi iscritti nel registro e che quindi svolgono questa pratica illegalmente. 

L'Ivass, l'Istituto per la Vigilanza delle Assicurazioni, ha diffuso un comunicato in cui segnala cinque siti illegali, non iscritti al Rui, il Registro unico degli intermediari assicurativi, ecco quali sono: 

  • www.studiobovio.net
  • www.studiobovio.com 
  • www.bovioassicurazioni.net 
  • www.linceassicurazioni.it
  • www.polizze5giorni.com

Dopo le verifiche di rito, l'Ivass ha  accertato che l’attività di intermediazione assicurativa svolta attraverso tali siti è irregolare e, di conseguenza, ha chiesto alle autorità competenti di oscurare i suddetti portali.

Per non incorrere in spiacevoli sorprese, l'Ivass consiglia a tutti gli utenti di controllare, prima di stipulare dei contratti assicurativi online, che chi fornisce questo servizio sia un'impresa o un intermediario regolarmente autorizzato allo svolgimento dell’attività assicurativa e di intermediazione assicurativa.

Sul sito dell'Ivass è possibile consultare  gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia, l’elenco degli avvisi relativi ai Casi di contraffazione, Società non autorizzate ed ai Siti internet non conformi alla disciplina sull'intermediazione, il Rui e l’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rc Auto, occhio alle truffe: i cinque siti da evitare

Today è in caricamento