rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Sicurezza

Seggiolini hi-tech, impossibile dimenticarsi bimbi in auto

Chicco e Samsung, insieme per non dimenticare i bambini a bordo

Le nuove tecnologie sono un prezioso alleato nella gestione che oggi caratterizza la nostra società. È in questo scenario che nasce la partnership tra Samsung e Chicco, da cui è nato BebèCare, il primo sistema che permette di rilevare i movimenti del bambino e di inviare notifiche ai genitori attraverso i devices dell’ecosistema Samsung, sia durante gli spostamenti in auto che durante la vita quotidiana in casa. Obiettivo primario: combattere uno degli accadimenti sempre più frequenti. Dimenticare i bambini a bordo. Problema più diffuso all’estero – 740 casi in usa dal 1998 (fonte noheatstroke.org) – negli ultimi anni è stato un crescendo anche da noi, con alcuni tragici episodi. Il sistema, dunque, progettato in Italia, punta a trovare una soluzione, dentro e fuori l’abitacolo.

Come funziona

Il sistema BebéCare si compone di due soluzioni: out of home e in home. La soluzione “Out of home” consiste in sensori, integrati nei seggiolini auto, modello Oasys 0+ e Around U, in grado di rilevare i movimenti del bambino e inviare notifiche agli smartphone dei genitori, tramite l’apposita App BebèCare. I sensori BebéCare sono stati inseriti all’interno dei seggiolini per non comprometterne le performance di sicurezza. Insomma un vero e proprio allarme nel caso in cui il bambino sia rimasto a bordo… e voi siate usciti inavvertitamente dall’auto.

Nella soluzione in home, invece, i sensori BebéCare, collegati alla Samsung Gear 360, inviano notifiche ai genitori in caso di movimento o pianto del bambino, così da potervi godere i momenti di relax con maggiore tranquillità: è un vero e proprio interfono 2.0.

BebèCare sarà disponibile sul mercato entro il 2018, con la soluzione out of home e successivamente anche con quella in home.

BebèCare, prevenire il problema

Le famiglie con figli piccoli, oggi, sperimentano una gestione molto complessa della vita quotidiana: secondo recenti dati Istat mamme e papà tra i 25 e i 44 anni hanno un’elevata propensione a utilizzare internet nella quotidianità. Una percentuale che raggiunge l’84,7% tra i genitori con età tra i 25 e i 34 anni. “Oggi possiamo notare come le mamme e i papà, i cui ruoli sono sempre più intercambiabili, abbiano un approccio da ‘digital manager”, dice Brunella Fiore, del dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca.

“La gestione della routine di tutti i giorni è sempre più una sfida per le famiglie e per questo abbiamo dato vita, con passione, a questo progetto in cui crediamo molto. Abbiamo pertanto scelto di collaborare con Chicco, azienda leader nel mondo del bambino che, grazie alla sua esperienza, tradizione e competenza, rappresenta il partner ideale” afferma Francesco Cordani, Head of Marcom di Samsung Electronics Italia. “In Samsung crediamo che la cultura dell’innovazione debba guidarci verso progetti e tecnologie rivoluzionari, che abbiano un impatto positivo e diretto sulla vita quotidiana”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seggiolini hi-tech, impossibile dimenticarsi bimbi in auto

Today è in caricamento