Giovedì, 4 Marzo 2021

Tornano i Tutor, in tempo per le vacanze: "Attivi nuovamente"

Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia prevedono di avviare il nuovo sistema entro per il 15 luglio: i Tutor hanno avuto un ruolo decisivo nel calo di incidente mortali sulle nostre strade negli ultimi decenni

A luglio i Tutor in autostrada saranno attivi, in tempo per i grandi esodi e controesodi delle vacanze estive degli italiani.

Tutor attivi da metà luglio

Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia prevedono di avviare il nuovo sistema entro il 15 luglio. Certo è che i Tutor sulle autostrade resteranno spenti fino al 14 luglio. Dal 15 luglio ricominceranno a funzionare, ma con il nuovo sistema SICVe PM che Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia stanno testando a tappe forzate. Le sperimentazioni in atto sono state positive e per ora verranno attivati una ventina di dispositivi. 

Lo stop era arrivato in seguito alla nota sentenza della Corte d’Appello di Roma per violazione di brevetto. Un'azienda aveva rivendicato i diritti sul brevetto. Una sentenza le ha dato ragione e così Autostrade per l’Italia è dovuta correrei ai ripari. Nel mentre sono stati rafforzati i controlli con l’autovelox. 

Perché i tutor sono spenti

La causa dal 2006 vedeva contrapporsi una società toscana, la Craft di Greve in Chianti (Firenze), che sosteneva di esser stata scippata del brevetto, e Autostrade. Il sistema di controllo della velocità in autostrada è sato disattivato dopo l'ordinanza della Corte di Appello di Roma in cui viene rigettata la richiesta dell'Aspi (Autostrade per l'Italia) di sospendere l'esecutività della sentenza del 10 aprile scorso, quella con cui i giudici avevano condannato Aspi per la contraffazione del brevetto sui Tutor dall'azienda che l'aveva ideato, la Craft. Oggi sulla rete autostradale ci sono 108 postazioni fisse. Il sistema autovelox sarà rafforzato fino a metà luglio con la presenza delle stazioni mobili, soprattutto in presenza di cantieri, con pistole laser e altri sistemi di rilevazione della velocità.

Meno morti sulle strade grazie ai Tutor

Circa 20 anni or sono i morti sulla rete autostradale erano 700-750 all'anno. Invece nel 2016 sono stati 274. Un calo importante, un calo che significa meno sangue sulle nostre strade. E in tutto ciò i Tutor hanno avuto un ruolo molto importante. Probabilmente decisivo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano i Tutor, in tempo per le vacanze: "Attivi nuovamente"

Today è in caricamento