Lunedì, 26 Luglio 2021

Notizie su Verbano Cusio Ossola

Luigi Nerini e gli altri: chi sono gli indagati per l'incidente alla funivia Stresa-Mottarone
L'incrocio di interessi con la Leitner

Luigi Nerini e gli altri: chi sono gli indagati per l'incidente alla funivia Stresa-Mottarone

56 anni di Baveno (Verbania), è il proprietario della società che ha in gestione la struttura. Con lui sono in stato di fermo l'ingegnere che la dirige e il capo operativo del servizio. Accusati di omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni aggravato dal disastro e lesioni gravissime

Funivia Stresa-Mottarone: "Hanno manomesso il freno d'emergenza per evitare un blocco, un comportamento sconcertante"
Il colpo di scena nell'indagine

Funivia Stresa-Mottarone: "Hanno manomesso il freno d'emergenza per evitare un blocco, un comportamento sconcertante"

Il procuratore Olimpia Bossi dopo i tre fermi: "Hanno detto di averlo fatto per superare le difficoltà economiche". Si sono 'giustificati' rispetto alle consapevoli anomali del sistema frenante dell'impianto "per superare le difficoltà economiche ed evitare che si fermasse a lungo". Così si è preferito "disinnescare" sulla cabina precipitata il sistema frenante di sicurezza

Tre fermi per l'incidente alla funivia Stresa-Mottarone: in manette il gestore Luigi Nerini, il direttore del servizio e un dipendente
Il forchettone manomesso

Tre fermi per l'incidente alla funivia Stresa-Mottarone: in manette il gestore Luigi Nerini, il direttore del servizio e un dipendente

L'ipotesi investigativa è che non si sia trattato di un errore umano: il forchettone è rimasto inserito per ovviare a un'anomalia ai freni che faceva rischiare il blocco alla funivia. Le accuse nei confronti dei tre indagati sono omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni aggravato dal disastro e lesioni gravissime

"I freni della funivia non hanno funzionato": si indaga anche per attentato ai trasporti
La tragedia della funivia Mottarone

"I freni della funivia non hanno funzionato": si indaga anche per attentato ai trasporti

"Il cavo era tranciato a terra e il sistema di freni di sicurezza non ha funzionato perché la cabina si sarebbe bloccata". Così il procuratore di Verbania, Olimpia Bossi, fa il punto sulle indagini sulle cause dell'incidente che domenica ha coinvolto la funivia Stresa-Mottarone e ha causato 14 vittime. Unico superstite un bambino di 5 anni

La gita in montagna, poi l'incubo: la famiglia spezzata sul Mottarone
Le storie infrante del Mottarone

La gita in montagna, poi l'incubo: la famiglia spezzata sul Mottarone

Tra le 14 vittime della tragedia avvenuta sulla funivia Stresa-Mottarone c'è anche la famiglia di Amit Biran 30enne israeliano che viveva a Pavia insieme alla moglie Tale Peleg e ai figlioletti Tom e Eitan, l'unico sopravvissuto alla tragedia. Con loro sono morti anche i nonni della ragazza, giunti in Italia da Tel Aviv

Today è in caricamento