rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Lavoro

Carburanti: Federmanager, da caro-prezzi forti ripercussioni anche su trasporti


Roma, 11 gen. (Labitalia) - "Apprezziamo l?impegno delle istituzioni a vigilare incisivamente sul caro-benzina. Non si può rischiare un?escalation dei prezzi che porti il Paese, già provato da una perdurante crisi energetica, a dover affrontare ulteriori difficoltà per famiglie e imprese, con conseguenze pesantissime per i settori della logistica e dei trasporti". Così Stefano Cuzzilla, Presidente di Federmanager e Cida, interviene nel dibattito pubblico che segue il decreto-trasparenza sul prezzo dei carburanti, varato ieri dal Consiglio dei Ministri.


"I manager industriali stanno gestendo una serie di emergenze che in alcuni casi mettono a dura prova la sopravvivenza stessa delle imprese. Il biennio 2021-2022 è stato segnato dalla 'prima vera crisi energetica globale', come l?ha definita l?International Energy Agency. E a novembre, secondo le più recenti rilevazioni, i prezzi alla produzione dell?industria italiana sono aumentati del 2,6% su base mensile e del 29,4% su base annua?, ricorda Cuzzilla.


"In questo scenario, occorre il massimo impegno, da parte di tutti gli attori dell?economia, per tutelare il sistema produttivo e i cittadini da ulteriori aggravi. Ecco perché -conclude Cuzzilla- un tema come quello del caro-carburanti, così impattante per la mobilità su strada di persone e merci, deve essere affrontato con il coinvolgimento di specifiche competenze tecniche ed economiche. I manager sono a disposizione del Paese anche per supportare la trasformazione ecologica e tecnologica di cui abbiamo bisogno: un sistema integrato di mobilità sostenibile, ancorato al principio di neutralità tecnologica, è una seria risposta alla speculazione dei costi delle fonti fossili".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carburanti: Federmanager, da caro-prezzi forti ripercussioni anche su trasporti

Today è in caricamento