Giovedì, 13 Maggio 2021

Centromarca, 74% delle imprese dà conto delle attività per la sostenibilità

Centromarca, 74% delle imprese dà conto delle attività per la sostenibilità

(Adnkronos/Labitalia) - Secondo le evidenze dell'indagine redatta dal dipartimento di Economia aziendale dell'università Roma Tre (redatta nel 2020 sulla base di dati pubblici) il 74% delle industrie aderenti a Centromarca dà conto pubblicamente, attraverso Internet, della sua attività nel campo della sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Il 57% di queste aziende diffonde un bilancio di sostenibilità: è una percentuale rilevante se si considera che in Italia lo fa solo il 19% delle imprese (dato Istat, basato su dichiarazioni). Il 65% delle industrie che rendicontano dichiara i suoi impegni futuri, indicando obiettivi quantitativi misurabili.


Sul fronte ambientale il 72% delle industrie di marca, che documentano pubblicamente la loro attività, ha realizzato azioni per l'approvvigionamento responsabile delle materie prime; il 69% per il contenimento dei consumi energetici e/o il ricorso a fonti rinnovabili; il 56% per l'utilizzo responsabile della risorsa idrica; il 55% per la riduzione di sprechi/rifiuti; il 50% per la riduzione/riciclo degli imballaggi.


In area economico aziendale il 42% delle industrie di marca ha al suo attivo iniziative di formazione/aggiornamento del personale; il 43% per le quote rosa; il 42% per la prevenzione infortuni; il 37% per incrementare l'occupazione. In area sociale il 61% delle industrie di marca destina risorse economiche alla comunità e ai territori.


Nel 2020, secondo stime elaborate da Centromarca, circa 53 milioni di euro sono stati destinati dalle industrie associate a donazioni economiche, acquisto di attrezzature medico-scientifiche, forniture gratuite di materiali ad alto consumo per sostenere ospedali, enti ed istituti di ricerca impegnati nell'assistenza ai malati e nelle attività di studio per contrastare Covid-19.


L'attività delle industrie di marca che rendicontano si focalizza attualmente su dieci dei diciassette sdgs (obiettivi di sviluppo sostenibile) individuati dalle Nazioni Unite: energia pulita e conveniente (55% delle aziende impegnate); consumo e produzione responsabile (48%); salute e benessere (46%); climate change (44%); tutela della risorsa idrica (43%); qualità del lavoro e crescita economica (43%); lotta alla fame (35%); parità dei sessi (35%); vita sulla terra (35%); partnership per il raggiungimento di obiettivi sostenibili (33%).


"Tutte le industrie di marca sono consapevoli del fatto che la competitività è legata all'impegno non solo sui versanti economico e della governance, ma anche sui fronti ambientale e sociale", rileva Carlo Alberto Pratesi, docente di marketing, innovazione e sostenibilità all'università Roma Tre.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centromarca, 74% delle imprese dà conto delle attività per la sostenibilità

Today è in caricamento