Venerdì, 18 Giugno 2021
Lavoro

Competere.eu, sì misure per seconda ondata, ma serve anche pianificare futuro

Parla il coordinatore dell’Osservatorio per la ricostruzione economica post Covid19 Giuseppe Arleo

Competere.eu, sì misure per seconda ondata, ma serve anche pianificare futuro

Roma, 19 ott. (Labitalia) - "Ben vengano le misure di emergenza attuate dal Consiglio dei ministri del 18 ottobre volte a fronteggiare la seconda ondata di Covid19. Il cdm, su proposta del ministro dell'Economia e delle finanze, Roberto Gualtieri, ha posto particolare attenzione alle azioni riguardanti il fisco ed il welfare, quali il taglio ulteriore del cuneo fiscale, la cig e la decontribuzione per l'assunzione dei giovani under 35. Sostanzialmente, con l'immissione di ulteriori risorse, e l'ampliamento e la proroga di interventi già in essere, si è dato vita a un inizio di manovra economica". Lo dichiara Giuseppe Arleo, coordinatore dell'Osservatorio per la ricostruzione economica post Covid19 del think tank Competere.eu.


"Oltre le azioni a breve termine - spiega - si rende peraltro assolutamente necessaria una profonda azione di programmazione degli interventi, accompagnata da una indifferibile netta semplificazione delle procedure. L'Unione Europea ha dimostrato, con il Recovery Fund, di avere una grande attenzione per le conseguenze economiche della pandemia stanziando risorse enormi, con particolare riguardo al nostro Paese. Ma per non sprecare l'occasione storica occorre definire con rigore e oculatezza il programma di ripresa e resilienza e ogni altra decisione diretta a pianificare il futuro dell'Italia".


"Un'importante azione - riconosce Arleo - è stata prevista in materia economica, dove oltre alle misure in materia fiscale (introduzione assegno unico per le famiglie, fiscalità di vantaggio per il sud, interventi sul fisco per famiglie e imprese, lavoro e previdenza, welfare, trasporti, scuola e cultura), sono stati previsti interventi in sanità con un ulteriore stanziamento di risorse economiche volte all'assunzione di medici e all'acquisizione di vaccini".


"I provvedimenti - sottolinea - messi in campo, adottati a fronte della nuova ondata epidemica, tendono ad avere una visione di breve termine, necessaria ad oggi vista l'eccezionalità della situazione economica. E' tuttavia sempre più urgente passare a una pianificazione di interventi diretta a realizzare finalmente una autentica riforma fiscale".


"L'importante stanziamento - osserva - di 1,8 miliardi di euro, in aggiunta a quelli già presenti, per complessivi 7 miliardi di euro per il taglio del cuneo fiscale, è da tenere in importante considerazione, così come l'istituzione del 'fondo per la fedeltà fiscale' e, tra le altre novità, le proroghe a fine anno della notifica delle cartelle di pagamento".


"Rappresentano inoltre - secondo Arleo - dei miglioramenti apprezzabili in materia di welfare l'ampliamento delle settimane di cassa integrazione guadagni, le misure ape social e opzione donna, e l'azzeramento per tre anni dei contributi per le assunzioni degli under 35 a carico delle imprese sull'intero territorio nazionale. E' in ogni caso opportuno assicurare un supporto concreto affinché si eviti un nuovo lockdown, che rischierebbe di essere letale per il tessuto produttivo e, di conseguenza, per l'intero sistema sociale del Paese".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Competere.eu, sì misure per seconda ondata, ma serve anche pianificare futuro

Today è in caricamento