Mercoledì, 14 Aprile 2021

Coronavirus: Calderone (Consulenti lavoro), 'con cig salari quasi dimezzati, emergenza sociale'


Roma, 28 apr. (Labitalia) - "È un'emergenza sociale oltre che economica, a cui si aggiungono le condizioni in cui versano imprenditori e autonomi, che ormai sono al secondo mese di zero incassi ma con tante spese fisse". Così, con Adnkronos/Labitalia, Marina Calderone, presidente del Consiglio nazionale dell'ordine dei consulenti del lavoro, commenta i dati dell'ultima ricerca della Fondazione studi dei professionisti, secondo cui è di circa 472 euro (il 36%) la perdita media mensile in busta paga dei lavoratori italiani che beneficeranno di cassa integrazione, ordinaria e straordinaria, per l'emergenza Coronavirus.


Una perdita che, secondo lo studio 'Cassa integrazione: quanto ci rimettono i lavoratori', elaborato dalla Fondazione studi consulenti del lavoro, tende a salire più è alta la retribuzione del lavoratore interessato dal trattamento. Si va, dunque, da una decurtazione media del 25% per le professioni non qualificate ad una del 45% per professioni scientifiche e di elevata specializzazione. 'Solo' il 39% dei cassintegrati riceverà una decurtazione minima del 20%.


Dati drammatici che per Calderone confermano "la criticità dell'attuale situazione economica, in cui si trovano tanti lavoratori dipendenti. Sono oltre 10milioni i lavoratori beneficiari di ammortizzatori sociali, compresi i 3milioni destinatari della cassa in deroga gestita dalle Regioni. E molti di loro finiranno per percepire un assegno di molto inferiore alla propria retribuzione netta", sottolinea. In conclusione per Calderone, "l'auspicio è che si possano riprendere le attività, nel rispetto delle regole sanitarie, per cercare di dare una scossa alla nostra economia in modo da farla riprendere".


Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: Calderone (Consulenti lavoro), 'con cig salari quasi dimezzati, emergenza sociale'

Today è in caricamento