Dionisi (Ana): "Animatori turistici categoria colpita e affondata da Covid 19"

Dionisi (Ana): "Animatori turistici categoria colpita e affondata da Covid 19"

Roma, 19 ago. (Labitalia) - "Gli animatori turistici sono una delle categorie più colpite dal coronavirus. Anzi potremmo dire che è stata affondata". Lo dice all'Adnkronos/Labitalia Roberto Dionisi, presidente dell'Associazione nazionale animatori (Ana). "La parola d'ordine - sottolinea - per evitare il contagio è mantenere il distanziamento sociale, ma il compito degli animatori è quello di aggregare il più possibile le persone ospiti di un albergo o di uno stabilimento balneare".


"In questa situazione - ammette Dionisi - l'animatore non può assolutamente operare, anche se qualcuno è riuscito ad inserirsi in quelle strutture che puntano tutto sulla formula animazione. Pur mantenendo le dovute distanze e tarando ad hoc l'animazione, si riesce comunque a lavorare, ma non è la stessa cosa ovviamente. Stesso discorso per gli animatori che hanno lavorato nei centri estivi".


"Attualmente - ribadisce il presidente dell'Associazione nazionale animatori - il mercato è tutto fermo, non so se per la stagione invernale la nostra professione riuscirà a risollevarsi. Non è prevedibile: l'operatività dell'animatore con il Covid è appeso all'andamento del contagio, alle norme e a tutto ciò che si deve fare per evitare che continui a colpire grandi e piccoli che sono i destinatari dei sorrisi e dei giochi della nostra professione".


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Mappa contagiati coronavirus in Europa per 100mila abitanti, Italia in coda

  • Clima, agosto 2020 quarto più caldo

  • VivoGreen, primo negozio senza casse in Italia, Nexi partner del progetto

  • Ricerca: scoperto nell'ambra spermatozoo più vecchio del mondo

  • Superbonus 110%, come sfruttare al massimo i vantaggi

Torna su
Today è in caricamento