Dl agosto: Consulenti lavoro, ecco difficoltà applicative e interpretative


Roma, 25 ago. (Labitalia) - Difficoltà applicative e interpretative per aziende e consulenti del lavoro sul decreto legge n.104/2020 recante 'Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia', in vigore dal 15 agosto scorso. E' quanto emerge dall'approfondimento di oggi della Fondazione studi consulenti del lavoro.


Secondo i consulenti del lavoro con il dl agosto "il legislatore ha voluto, da una parte, arginare la perdita dei posti di lavoro a causa dell'epidemia da Covid-19 e, dall'altra, incentivare nuove assunzioni e sostenere la riqualificazione del personale".


Delle numerose misure contenute nel decreto, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro prende in esame nell'approfondimento del 25 agosto 2020 il mantenimento del divieto di licenziamento per ragioni economiche (anche se per un periodo "mobile" collocato fino al 31 dicembre), la modifica alla disciplina della Cassa integrazione e l'introduzione di una decontribuzione, fino a 4 mesi, per i datori di lavoro che non ricorrono agli ulteriori ammortizzatori sociali emergenziali e fanno ritornare al lavoro il personale. Evidenziando luci e ombre di queste disposizioni, emergono anche le principali difficoltà applicative e interpretative per aziende e consulenti del lavoro.


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Progetto Netwap, Comune di Campomarino acquista compostiera di comunità

  • Ricerca: scoperto nell'ambra spermatozoo più vecchio del mondo

  • Pregliasco: "In arrivo 100mila casi simil-influenza, creeranno allarme Covid"

  • Da small a smart, Guardia Sanframondi pioniera del south-working

  • Coronavirus: primo volo Covid-free, passeggeri testati a Fiumicino prima dell’imbarco

Torna su
Today è in caricamento