Sabato, 12 Giugno 2021
Lavoro

Epparg, mercato prestiti vitalizi e equity release triplicherà entro 2031


Roma, 29 gen. (Labitalia) - L'European pensions and property asset release group (Epparg) ed EY hanno pubblicato il rapporto del sondaggio Global equity release roundtable 2020, che prevede che il mercato globale dell'equity release immobiliare potrebbe più che triplicare nei prossimi 10 anni. L'equity release immobiliare viene spesso indicato semplicemente come equity release e in Italia è rappresentato sostanzialmente dai prestiti vitalizi e dalla vendita della nuda proprietà. Il rapporto raccoglie dati da leader di mercato in 13 paesi a livello globale con mercati equity release consolidati o in via di sviluppo e analizza il potenziale di crescita. I 13 paesi si estendono in Europa, Stati Uniti e Australia e sono considerati tra i più grandi mercati di equity release al mondo. Dal rapporto emergono diversi risultati.


- Tra i paesi analizzati, ogni anno le soluzioni equity release per proprietari di case valgono oltre 15 miliardi, ma entro il 2031 si prevede che il mercato globale dell'equity release supererà i 50 miliardi di dollari in rilasci annuali. - Le fonti più comuni di finanziamento per i prestiti vitalizi sono banche e compagnie di assicurazione, nonché le cartolarizzazioni. - Il tipo più comune di equity release è il prestito vitalizio, che è disponibile nella maggior parte dei paesi coperti dall'indagine, seguito da schemi di ripristino della casa.


- I prodotti equity release sono generalmente disponibili per i clienti di età compresa tra 55 o 60 anni, con un mix di tassi fissi e variabili. La mancanza di consapevolezza dei clienti è citata come il principale ostacolo alla crescita, seguita da finanziamenti insufficienti, in particolare nei mercati europei.


"Il rapporto del sondaggio - commenta Steve Kyle, segretario generale dell'Epparg - conferma che i fornitori di equity release in tutto il mondo stanno affrontando sfide e opportunità simili. In qualità di industria globale, dobbiamo ora promuovere la consapevolezza dei notevoli vantaggi sociali ed economici che i prestiti vitalizi e i prodotti di equity release più in generale possono portare, in particolare alla luce della recessione economica globale innescata dalla pandemia". Inoltre, dice: "Sosteniamo una forte attenzione agli standard, come gli standard Epparg 10 che abbiamo lanciato in Europa per i prestiti vitalizi, al fine di creare fiducia in questo prodotto innovativo sia tra gli investitori che tra i consumatori. Sarà fondamentale far crescere il mercato globale in sicurezza, lavorando in stretta collaborazione con le autorità di regolamentazione e i governi, per dimostrare che l'equity release immobiliare è un'opzione finanziaria sicura per i proprietari di case anziane che cercano di integrare il proprio reddito".


Per Ben Grainger, Uk investment advisory co-lead di EY, "i prestiti vitalizi e in generale le soluzioni di equity release, sono un elemento importante per la gestione finanziaria dei pensionati e la crescita nel mercato porterà concorrenza e innovazione benvenute. C'è un circolo virtuoso da innescare per favorire la crescita, ma man mano che gli investitori riconoscono sempre più il potenziale di questo mercato e la crescita emerge, le attuali difficoltà si ridurranno rapidamente. Accanto alla trasformazione e alla crescita del mercato, sarà fondamentale che i gestori e i consulenti finanziari dei clienti siano formati e aggiornati per fornire una adeguata consulenza personalizzata e su misura ai clienti"."I rischi per la gestione finanziaria nell'età della pensione - afferma Steve Irwin, presidente della National reverse mortgage lenders association (Nrmla) - è una questione globale, in particolare per coloro i quali hanno un patrimonio immobiliare. Come indica il sondaggio, le sfide per lo sviluppo del prodotto sono simili in tutto il mondo. L'uso responsabile dell'equity release è ormai comunemente considerato un'opzione di fondamentale importanza per mitigare i potenziali 'rischi pensionistici' e aiutare i proprietari di case più anziani a vivere serenamente il proprio futuro finanziario".


"Questo sondaggio - sottolinea David Burrowes, presidente dell'equity release council (Erc) del Regno Unito e membro del consiglio dell'Epparg - è in sintonia con i 30 anni di esperienza dell'Erc e si concentra sul sostegno alla consapevolezza e alla fiducia dei clienti, attraverso la definizione e l'evoluzione degli standard. E' opportuno che, in quanto mercato più maturo a livello globale, si continui a collaborare strettamente con i nostri amici europei per incoraggiare la crescita del mercato globale del rilascio di azioni insieme a buoni risultati per i consumatori". Claudio Pacella, amministratore delegato di 65Plus e membro del Board Epparg, avverte: "L'invecchiamento della popolazione è un chiaro megatrend e la componente finanziaria è un elemento chiave per affrontare questo cambiamento a livello individuale e collettivo. In questa pubblicazione dimostra che i prestiti vitalizi sono una delle più importanti risposte a queste crescenti esigenze, all'estero come in Italia. Il nostro paese ha ormai 14 anni di track record positivo, anche in termini reputazionali, e sono ormai maturi i tempi per il definitivo sviluppo".



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epparg, mercato prestiti vitalizi e equity release triplicherà entro 2031

Today è in caricamento