Venerdì, 23 Aprile 2021

Fase 3: Calderone, 'permettere a giovani professionisti di lavorare in libertà'


Roma, 8 lug. (Labitalia) - "La battaglia oggi è di permettere a tanti giovani professionisti di continuare a esercitare l'attività in libertà, e così di dare un contributo al Paese". Così Marina Calderone, presidente del Comitato unitario delle professioni, è intervenuta, in collegamento dallo studio della trasmissione 'Diciottominuti' dei consulenti del lavoro, sulla manifestazione di protesta dei giovani professionisti davanti Montecitorio e confrontandosi con la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, presente in Piazza.


"E i professionisti lo stanno facendo -ha continuato Calderone- e io chiedo all'onorevole Meloni di lavorare e di intensificare l'azione di Fratelli d'Italia verso una semplificazione vera, e non fasulla, affinchè ci sia la possibilità di ridisegnare i processi della pubblica amministrazione e non solo di teorizzare smart workingt a go go per i prossimi decenni", ha sottolineato.


"E piuttosto -ha sottolineato- di lavorare per una reale infrastrutturazione tecnologica che ci permetta di lavorare con strumenti efficaci. C'è da una parte da proteggere il reddito dei professionisti e allo stesso tempo permettere loro di lavorare in sicurezza", ha concluso.


Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 3: Calderone, 'permettere a giovani professionisti di lavorare in libertà'

Today è in caricamento