Martedì, 18 Maggio 2021

Federpol, formazione e aggiornamento non si fermano

Federpol, formazione e aggiornamento non si fermano

Roma, 10 mar. (Labitalia) - Si è appena concluso il Corso di aggiornamento professionale di Bari organizzato da Federpol, con grande soddisfazione dei partecipanti e dei formatori. Al centro del corso, che ha raccolto una cospicua adesione da parte di investigatori privati di tutta Italia con formatori che hanno approfondito tematiche e aggiornamenti fondamentali per chi è titolare o collaboratore di una agenzia investigativa, gli aspetti legati all''ambito privato'. "La formazione, al centro del mandato del presidente Luciano Tommaso Ponzi, è il punto fondamentale per la creazione di agenzie innovative e al passo con i tempi in perfetta regola con l'articolata e variegata normativa vigente. La modalità a distanza ha permesso e permetterà anche in futuro la continuità dell'operatività di Federpol e del suo staff al servizio di investigatori privati, informatori commerciali ed operatori della sicurezza", sottolinea una nota di Federpol.


"La nuova piattaforma acquisita da Federpol - spiega - è molto performante: da una parte, garantisce un'ottima interazione dei partecipanti e, dall'altra, permette una costante verifica dell'interesse degli iscritti ai corsi. E', infatti, bene ricordare, che la formazione di Federpol, a partire da fine 2018, è assolutamente conforme alle direttive del dm 269/2010 ed è certificata dalle università, fornendo così una formazione di assoluto pregio, producibile talvolta anche in altre strutture universitarie per ottenere crediti formativi iscrivendosi ad altri corsi universitari. La serietà con la quale Federpol si interfaccia con le strutture universitarie pone l'obbligo di vigilare sulla effettiva partecipazione e attenzione dei partecipanti, la piattaforma riesce a garantire anche questo doveroso passaggio". "Quando sarà possibile tornare ad una partecipazione in presenza, l'obiettivo di Federpol - prosegue - è quello di proseguire nell'erogazione dei corsi anche con modalità a distanza in contemporanea, permettendo così l'iscrizione e la fruizione da qualsiasi parte del mondo. L'innovazione digitale raggiunta a causa o per merito di questa pandemia non deve essere persa quando torneremo alla normalità", avverte.


"La formazione rimane centrale - sottolinea Federpol - per ogni attività economica e professionale, entrambe caratteristiche nel Dna del nostro complicatissimo lavoro al servizio del cittadino e delle aziende e di riconosciuta pubblica utilità. L'agenda dei corsi di aggiornamento professionale, di alta formazione, che include anche un corso di avviamento/perfezionamento, prevede l'organizzazione di 17 corsi nel 2021, i quali contemplano tutti gli argomenti legati agli ambiti di attività di indagine, casi pratici, sentenze commentate da esperti legali, buone prassi e modulistica; insomma uno sforzo notevole, ma con grandi risultati dei quali andiamo fieri". Fiore all'occhiello di Federpol è il corso di avviamento e perfezionamento in materia di investigazioni private e informazioni commerciali, giunto alla seconda edizione e con decine di iscritti, che ha preso il via nella giornata del 5 marzo con relatori di prestigio e con una esperienza diretta sul campo. Il corso trasmetterà ai discenti importanti nozioni teorico-pratiche partendo dalla normativa e arrivando al termine delle 80 ore previste a formarli da zero, oppure nel caso di personale già operativo ad integrare concretamente le conoscenze già acquisite.


"Il primo corso di aggiornamento professionale del 2021, dunque, ha ottenuto un grande successo, a partire dalla partecipazione di 100 iscritti - ribadisce Federpol - e fino ad arrivare al livello molto professionale dei contenuti, spunti interessanti sia per i giovani investigatori presenti che per gli esperti del settore. Molte le giovani investigatrici che ottengono la licenza e che si sono iscritte quest'anno a Federpol: da sempre la nostra professione come la criminologia ha grande attrattiva nei confronti delle donne, le quali hanno sicuramente caratteristiche che ben si attanagliano al profilo dell'investigatore professionista". "Federpol crede fermamente nei giovani - rimarca - e lo dimostra con diverse iniziative, dalle molte collaborazioni con le università al bando per le migliori lauree magistrali in materia di investigazioni private che ogni anno porta tre finalisti a ricevere un premio al Congresso nazionale. Le nuove generazioni, inoltre, hanno maggiore dimestichezza con l'informatica e tutto ciò che è digitale, quindi come nelle altre attività, ma ancor di più in questa, la digitalizzazione contribuisce fortemente al risultato finale di una indagine, vedasi l'attività di indagine tramite fonti aperte, il cosiddetto Osint, Open Source Intelligence, oppure il Webint, Web Intelligence".


"Per quanto riguarda la formazione, è indubbio - prosegue - che l'interazione umana e le relazioni interpersonali siano fondamentali per lo scambio di informazioni e la crescita professionale; la modalità a distanza deve essere un supporto alla modalità in presenza, ha dei vantaggi innegabili, ma le possibilità di confronto che si hanno di persona sono notevolmente maggiori. La formazione Federpol non termina con la fine del corso, ma continua anche post corso con l'assistenza continua da parte di Federpol e dei suoi formatori, mettendo a disposizione la propria professionalità per rispondere a dubbi e domande anche dopo il corso; naturalmente viene rilasciato ampio materiale didattico con corredo di sentenze di riferimento commentate da esperti legali".


"E' importante però partecipare ai corsi perché di volta in volta vengono poste domande che potrebbero essere di interesse comune, si affrontano temi che non sono presenti nel programma o negli argomenti del corso e i suggerimenti che ne scaturiscono sono fondamentali per accrescere le proprie competenze e le proprie abilità. I nostri corsi in precedenza offline, ma oggi online anche per cause di forza maggiore, hanno sempre avuto risultati eccellenti in termini di feedback e anche per questo primo corso c'è stato grande entusiasmo e partecipazione. Il corso dal titolo 'Ambito privato' ha riscosso grande interesse e partecipazione anche in un momento complesso come quello che stiamo tutti vivendo, la voglia di formazione e di innovazione continua ad essere molto forte e questo gratifica e impegnerà ancor di più Federpol nell'ottimizzazione dei prossimi corsi che verranno", conclude.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federpol, formazione e aggiornamento non si fermano

Today è in caricamento