rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Lavoro

Ismea al XIV convegno nazionale sulla gestione del rischio in agricoltura


Roma, 10 feb. (Adnkronos/Labitalia) - Il riscaldamento globale e l'effetto dei cambiamenti climatici impattano sempre di più sulla produzione primaria. L'innalzamento della temperatura globale produce inverni anomali con temperature fuori norma che favoriscono la ripresa vegetativa, seguita da gelate tardive, estati con l'alternanza di periodi siccitosi intervallate da piogge eccessive, che potenzialmente possono creare danni ingenti al sistema agricolo. Di tutto questo e degli strumenti per la gestione del rischio in agricoltura si parlerà nel XIV Convegno nazionale sulla gestione del rischio in agricoltura, organizzato dal Cesar (Centro per lo sviluppo agricolo e rurale) di Perugia, Asnacodi Italia (Associazione nazionale dei Condifesa di Italia) e il dipartimento di Scienze agrarie alimentari e ambientali dell'Università degli Studi di Perugia. L'evento patrocinato da Mipaaf, Regione Umbria, Ismea, Ania, si svolgerà domani, venerdì 11 febbraio 2022, a partire dalle ore 9.30, presso il teatro Lyrick a Santa Maria degli Angeli-Assisi.


Tanti gli argomenti oggetto del convegno di Assisi, che sarà aperto dal rettore dell'Università degli Studi di Perugia e presidente del Cesar Maurizio Oliviero, dal sindaco di Assisi Stefania Proietti. L'evento si articola in tre sessioni. Nella prima, coordinata da Francesco Martella, direttore del Cesar, l'intervento di apertura sarà tenuto dal deputato Filippo Gallinella, presidente della commissione Agricoltura della Camera dei deputati, al quale seguirà l'intervento di Camillo Zaccarini Bonelli di Ismea, che illustrerà i risultati della campagna 2021.


Di seguito sarà presentato il Piano di gestione dei rischi in agricoltura per la campagna 2022 da parte di Simona Angelini del Mipaaf al quale segue l'intervento di Giovanni Razeto di Ismea, con un intervento sul ruolo della riassicurazione pubblica per la gestione delle avversità catastrofali. Chiude la sessione l'intervento del direttore generale di Agea Gabriele Papa Pagliardini, che illustrerà lo stato di avanzamento dell'erogazione dei contributi relativi agli strumenti di gestione del rischio.


La seconda sessione, coordinata dal presidente di Ismea, Angelo Frascarelli, vede l'intervento del capo dipartimento Politiche europee e sviluppo rurale del Mipaaf Giuseppe Blasi che presenterà il nuovo strumento di gestione del rischio, unico in Europa: il Fondo mutualistico nazionale per la copertura dei danni catastrofali. Segue l'intervento del climatologo Luca Mercalli che illustrerà l'evoluzione climatica e l'impatto sulle produzioni agricole.


Si procederà poi con gli interventi di Umberto Guidoni, codirettore generale di Ania, che porterà il punto di vista delle compagnie di assicurazione; l'intervento del direttore di Asnacodi Italia Andrea Berti, che presenterà le strategie introdotte dal sistema dei Condifesa Asnacodi per dare sempre maggiori risposte alle imprese agricole. Chiude la sessione Roberto Morroni, assessore all'Agricoltura e Sviluppo rurale dell'Umbria e componete della commissione Agricoltura della Conferenza delle Regioni.


La terza sessione coordinata da Gaetano Martino, direttore del dipartimento di Scienze agrarie alimentare ed ambientali, vede l'intervento del presidente di Asnacodi Italia, Albano Agabiti, che traccerà il lavoro fatto in questi anni dal sistema Condifesa e soprattutto le nuove sfide che puntano ad avere un sistema di gestione del rischio che risponda sempre di più alle esigenze delle imprese agro-zootecniche. Le conclusioni sono affidate al ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli. L'evento sarà accessibile anche via internet, grazie allo streaming sul canale YouTube e sulle pagine Facebook Cesar Umbria e Asnacodi Italia.



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ismea al XIV convegno nazionale sulla gestione del rischio in agricoltura

Today è in caricamento