rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Lavoro

Oltre lo 'smart', Gruppo Nestlé in Italia lancia il Fab Working flessibile e adattabile

Nuovo modello lavorativo che prende il largo nel 2023


Roma, 26 gen. (Adnkronos/Labitalia) - Nell’attuale contesto in continua evoluzione, anche le esigenze di ognuno evolvono e si modificano altrettanto velocemente impattando sul mondo del lavoro, ormai ben diverso rispetto a quello di qualche anno fa. In questo scenario, il Gruppo Nestlé in Italia ha disegnato un nuovo modello lavorativo tenendo conto delle nuove necessità e dei suggerimenti delle persone che lavorano per il Gruppo. Da questo dialogo e tenendo in considerazione le esigenze di tutti, il Gruppo Nestlé ha introdotto il 'Fab Working' (acronimo di Flessibile, Adattabile e Bilanciato), che è stato testato nel 2022 e ha preso definitivamente piede a partire dall’inizio di quest’anno, superando il concetto di smart working.


Il Fab Working è un modello estremamente flessibile, che viene disegnato da ogni singolo gruppo di lavoro valutando i compiti e la tipologia di attività da svolgere e che può essere eventualmente ripensato di volta in volta in base alle esigenze. In questo contesto, l’ufficio diventa una risorsa complementare al lavoro da remoto, rappresentando la sede ideale per attività di co-progettazione, condivisione, collaborazione, socializzazione e team building. Il nuovo modello valorizza, quindi, la cultura della performance, dando sempre maggiore importanza alla prestazione lavorativa di ognuno. Il Gruppo reinterpreta così il modo di lavorare adattandolo alle necessità sia dei lavoratori che dell’azienda stessa. Il Fab Working consente, infatti, all’azienda di coniugare lavoro di squadra e individuale, concentrazione e interazione, autonomia e responsabilizzazione sui risultati.


Questo nuovo modello lavorativo risulta essere molto apprezzato all’interno dell’azienda, da quanto emerge da una prima indagine interna secondo la quale per l’80% dei rispondenti il Fab contribuisce a creare un ambiente caratterizzato da maggiore fiducia e autonomia. La popolazione più giovane (20-29 anni) e le donne manifestano la maggiore soddisfazione ritendendo che il Fab possa impattare positivamente sul loro benessere grazie a un migliore work-life balance.


“Noi di Nestlé siamo convinti che il Fab Working costituisca un importante strumento di modernizzazione organizzativa, in grado di generare valore sia per l’impresa che per i singoli individui. È dimostrato, infatti, che a un miglior work-life balance e a un generale senso di benessere dei dipendenti, si associa un deciso miglioramento nell’efficienza ed efficacia delle prestazioni. Il Fab Working rappresenta dunque una soluzione in grado di dare benefici sia alle persone che al business”, ha commentato Marco Travaglia, presidente e amministratore delegato Gruppo Nestlé Italia e Malta, che ha aggiunto: “Investire in un modello di lavoro innovativo significa promuovere una cultura che valorizza le performance e che propone all’individuo una più forte autonomia e responsabilizzazione sui risultati, creando un ambiente basato sulla fiducia”.


Il Fab Working è regolamentato da un accordo sottoscritto il 18 marzo dello scorso anno dall’azienda con le segreterie nazionali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil. L’accordo sindacale, tra l’altro, garantisce il diritto alla disconnessione e stabilisce norme di comportamento specifiche, a tutela della salute e della sicurezza delle persone che operano da remoto. In tal modo, il modello lavorativo ibrido consolidatosi nell’esperienza del Fab Working potrà proseguire ed essere applicato anche dopo la fine dello Smart Working semplificato, prorogato dalla legge sino a dicembre dello scorso anno.


Il nuovo modello si affianca a un ampio piano di welfare aziendale che mette al centro le persone Nestlé e le loro esigenze, nella convinzione che un ambiente di lavoro sereno e un corretto bilanciamento tra vita privata e lavorativa possano facilitare il coinvolgimento dei dipendenti negli obiettivi aziendali.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre lo 'smart', Gruppo Nestlé in Italia lancia il Fab Working flessibile e adattabile

Today è in caricamento