Piraccini (Macfrut): "Progetto digitale è acceleratore di business"

Il presidente della fiera ortofrutticola traccia un bilancio dell'edizione di quest'anno che si è svolta interamente online

Piraccini (Macfrut): "Progetto digitale è acceleratore di business"

Cesena, 15 set. (Labitalia) - "Macfrut Digital è una novità assoluta, la prima volta che una fiera si trasforma totalmente in digitale: non un marketplace ma la riedizione di una fiera, dove in tre giorni gli operatori si incontrano e possono scambiarsi informazioni e soprattutto avere un btob". Così Renzo Piraccini, presidente di Macfrut, traccia un bilancio di Macfrut Digital, la prima fiera virtuale dell’ortofrutta organizzata da Cesena Fiera e andata in scena dall'8 al 10 settembre. Un'edizione della vetrina ortofrutticola internazionale che, in questo anno segnato dall'emergenza Covid-19, si è svolta, infatti, interamente online grazie a una piattaforma molto innovativa.


"La piattaforma - spiega Piraccini - è una piattaforma video, dove abbiamo costruito degli stand digitali: si guarda il video dell'impresa che interessa e poi si possono chiedere informazioni o un collegamento btob live. Questo avviene attraverso una mail che viene generata automaticamente, e alla quale l'operatore risponde".


"Devo dire - ammette - che c'è stata una prima fase di rodaggio, in cui molti anche dal punto di vista tecnologico dovevano rodare il tutto, anche perché in alcuni casi erano collegati con dei computer che avevano delle barriere che impedivano di realizzare il btob, oppure si sono collegati con il mobile che nella prima fase non era previsto per il btob. Però, finita questa fase iniziale, il sistema già dalla mattinata del primo giorno ha funzionato perfettamente e la piattaforma non ha mai avuto problemi".


"Credo che le fiere fisiche rimarranno - osserva - perché c'è bisogno di contatto, perché le relazioni commerciali sono prima di tutto i rapporti umani, ma sicuramente questo progetto digitale andrà lontano. E' un progetto fortemente innovativo e veramente un acceleratore di business, perché quando si ha a che fare con una platea molto più ampia, le opportunità si possono sfruttare solo utilizzando questi mezzi. Probabilmente c'è bisogno di investire un po' di più, anche gli operatori devono fare dei passi in avanti attraverso l'uso di queste tecnologie".


"Sicuramente l'intenzione è di tenere la piattaforma Macfrut Digital operativa almeno fino alla fine del mese, poi decideremo per il futuro. Probabilmente può essere dedicata ad eventi più specifici, non necessariamente delle fiere orizzontali, come Macfrut Digital classica, ma magari eventi dedicati solamente ad aree geografiche particolari, a tipologie di prodotti o dei forum", sottolinea il presidente di Macfrut.


"Abbiamo visto che c'è una grande domanda anche di contenuti: i forum tecnici, al di là delle persone che hanno partecipato all'evento, sono molto richiesti on demand perché c'è una elevata qualità dei video e anche dei contenuti, che sono molti interessanti e che sarebbe un peccato disperdere", conclude Piraccini.


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Mappa contagiati coronavirus in Europa per 100mila abitanti, Italia in coda

  • Clima, agosto 2020 quarto più caldo

  • VivoGreen, primo negozio senza casse in Italia, Nexi partner del progetto

  • Ricerca: scoperto nell'ambra spermatozoo più vecchio del mondo

  • Superbonus 110%, come sfruttare al massimo i vantaggi

Torna su
Today è in caricamento