Venerdì, 26 Febbraio 2021

Premio 'Non Sprecare', ecco vincitori XI edizione

Premio 'Non Sprecare', ecco vincitori XI edizione

Roma, 24 nov. (Labitalia) - Storie di sviluppo sostenibile, di nuova economia, di crescita economica e di benessere, tra innovazione e responsabilità. Sono solo alcuni dei temi dell'XI edizione del 'Premio Non Sprecare', l'appuntamento annuale per promuovere e costruire una crescita economica che punti a un effettivo progresso sociale. L'iniziativa, nata da un'idea di Antonio Galdo, direttore di www.nonsprecare.it, supportata anche quest'anno dall'Università Luiss Guido Carli, si avvale di numerose partnership scientifiche, istituzionali ed editoriali. Negli anni è diventata un punto di incontro tra imprese, mondo della scienza, della ricerca e della formazione e dell'associazionismo sul tema della sostenibilità nelle sue numerose declinazioni. Quest'anno il premio ha raccolto idee e progetti di cittadini e associazioni che possano generare un impatto positivo nella vita delle persone, per affrontare al meglio le prossime fasi del post-Covid.


"Sostenibilità è oggi sinonimo di futuro. Vuol dire anticipare e interpretare le complessità del presente per costruire un domani a minor impatto, più consapevole e inclusivo. La nostra Università guida da anni questa sfida, pensando alla sostenibilità come parte integrante dell'insegnamento. Certi che solo con un approccio in chiave green riusciremo a spingere l'acceleratore dell'innovazione", dichiara Giovanni Lo Storto, direttore generale della Luiss. E aggiunge: "Il Premio è un'opportunità sia di sensibilizzazione che di formazione. Lo sviluppo sostenibile, traiettoria del Next Generation Ue, è oggi un asset strategico di rilancio del Paese. Ed è per tali ragioni che siamo orgogliosi di essere in prima linea su questo tema", sottolinea.


Anche per questa edizione sono state sei le categorie del Premio: aziende, associazioni, giovani (under 35) e start up, istituzioni, scuole e università, e la categoria personaggio, che è stata individuata direttamente dalla giuria. Gli altri vincitori sono stati selezionati dai lettori del web. La cerimonia di premiazione sarà trasmessa giovedì 26 novembre alle ore 9,30, in diretta streaming sui canali Facebook e YouTube Luiss e inaugurata dai saluti di Giovanni Lo Storto, direttore generale dell'università e moderata dal direttore del Premio Antonio Galdo. Quest'anno, per la categoria 'Giovani Startup' viene premiato Pierluigi Giuliani con Agricola Moderna, l'azienda di due giovani imprenditori che, in pieno lockdown, sono riusciti ad aprire il loro primo stabilimento di agricoltura verticale a Melzo, alle porte di Milano. Le piante crescono senza alcun prodotto chimico, con un risparmio di acqua del 95% e di suolo del 98%. E con una resa a metro quadrato pari a 100 volte quella dell'agricoltura tradizionale.


Il Premio 'Associazioni' è andato a Valentina Loponte che in Basilicata, grazie a Io Potentino Onlus, ha trovato una soluzione geniale per fermare lo spreco di pane: quello avanzato viene ritirato dai volontari dell'associazione e trasformato in ottima birra. Da 15 chili di pane avanzato si ricavano 600 bottiglie di birra da 33cc che poi sono vendute online. Tre birre 10 euro; sedici birre 50 euro. Con il ricavato dalle vendite Io Potentino finanzia il progetto dei Magazzini Sociali, ovvero una sorta di supermercato gratuito per le famiglie indigenti.


Il Premio 'Scuole' è andato invece alla professoressa Claudia Gentili dell'Istituto comprensivo Elisa Scala di Roma, i cui oltre 1.000 alunni sono arrivati a scuola, il primo giorno del calendario e hanno trovato tutto in ordine, a partire dai banchi. Senza aspettare forniture e passaggi burocratici, la Preside con i professori, hanno deciso di attrezzarsi in modo diretto. Non sprecando soldi e tempo. I vecchi banchi in dotazione sono stati divisi e riadattati, con un tetto di spesa che non doveva superare i 34 euro per ciascuno (il costo minimo di un banco monoposto). Con un risparmio del 50% del budget previsto per l'Istituto.


Giada Dammaco si è aggiudicata poi il Premio Non Sprecare per la 'Categoria Aziende' grazie a Grado Zero Innovation che ha innovato il settore della produzione della pelle. Il prodotto Muskin, dell'azienda Grado Zero Innovation, si ricava dai funghi. È una pelle atossica, idrorepellente, ecologica e che al tatto sembra camoscio.


Per la categoria 'Istituzioni', la giuria ha premiato il Comune di Motta di Livenza, in provincia di Treviso, e Studio Made Associati. In un Paese come l'Italia dove sono presenti numerose discariche che l'Unione Europea ci chiede di chiudere, l'amministrazione comunale di Motta di Livenza, con il sindaco Alessandro Righi, è stata capace di fare un piccolo miracolo. Ha trasformato un'ex area per lo smaltimento di rifiuti urbani in un grande bosco con spazi attrezzati per i giochi e gli sport dei bambini. Una superficie complessiva di circa 14mila metri quadrati.


Infine, per la categoria 'Personaggio' la giuria ha selezionato Maria Capobianchi direttrice del laboratorio di Virologia dell'Istituto Spallanzani di Roma. Il suo team, interamente formato da donne, è stato il primo in Italia a isolare il ceppo virale SARS-CoV-2.


Alla cerimonia di premiazione di giovedì 26 novembre, interverranno tra gli altri: Andrea Buonomini Amministratore Delegato, Ratp Italia; Maria Capobianchi, direttore laboratorio di virologia dell'Istituto Spallanzani di Roma; Maria Chiara Gadda, deputato della Repubblica, Claudia Gentili dirigente, Istituto comprensivo 'Elisa Scala', Sebastiano Maffettone Direttore, Osservatorio Ethos Luiss Business School; Patrizia Menegoni ricercatrice, Enea e Fondazione Catalano; Simona Romani, delegata del Rettore per la Sostenibilità e l'Innovazione Didattica, Università Luiss Guido Carli; Costanza Tarola, head of brand Adv and Content Enel Italia.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio 'Non Sprecare', ecco vincitori XI edizione

Today è in caricamento