rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Lavoro

Professioni: droni big data e Pa digitale, le buone prassi dei geometri ad assemblea Anci

Dal 9 all’11 novembre “in mostra” alla Fiera di Parma i progetti della categoria dedicati al digitale e alla transizione ecologica


Roma, 8 nov. (Labitalia) - La digitalizzazione dell'archivio edilizio della città di Torino, l'informatizzazione delle pratiche edilizie per la creazione del fascicolo unico edilizio in Veneto, la regolarizzazione tecnico amministrativa degli immobili religiosi. E ancora, la riprogettazione degli edifici con metodologie all'avanguardia per abbattere le barriere architettoniche, il monitoraggio satellitare degli edifici e dei loro spostamenti per valutarne la stabilità strutturale, la rigenerazione urbana e lo sviluppo sostenibile delle città. Sono alcune delle "buone prassi" presentate dai geometri italiani in occasione della XXXVIII Assemblea dell'Anci in programma dal 9 all'11 novembre alla Fiera di Parma e che anche quest'anno vede la partecipazione della categoria con la Cassa Geometri e il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati. Con la digitalizzazione della Pa, i droni e i big data il lavoro dei geometri si fa sempre più 4.0, in linea con le nuove tecnologie e in un'ottica di sempre maggior prossimità col territorio.


"#Superiamo le distanze - Gestione e Governance del Pnrr: la funzione sussidiaria dei geometri", è lo slogan e, allo stesso tempo, l'obiettivo che l'intera categoria intende promuovere favorendo il contatto tra pubblico e privato, tra professionisti sempre più "di prossimità "rispetto al territorio e la Pubblica Amministrazione alle prese con le sfide del mondo che cambia.


Digitalizzazione, innovazione, transizione ecologica non sono solo gli assi portanti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ma sono soprattutto gli strumenti che definiscono gli obiettivi e le riforme indicati dal Governo per favorire la ripresa economica del post-Covid. Diverse le progettualità che la categoria ha messo in atto rispetto a queste tematiche.


In particolare, per quanto riguarda la digitalizzazione della Pa, la semplificazione amministrativa delle pratiche edilizie è al centro dell'accordo di collaborazione tra la città di Torino ed il Collegio Geometri e Geometri Laureati della provincia di Torino, finalizzato alla realizzazione del progetto di progressivo riordino e digitalizzazione dell'Archivio Edilizio cittadino, affidato a tirocinanti indicati dal Collegio. È in via di definizione, inoltre, un protocollo d'intesa promosso dalla Consulta Geometri del Veneto per fornire supporto ai Comuni per la digitalizzazione delle pratiche edilizie e la creazione del fascicolo unico edilizio, con l'obiettivo di ottimizzare i servizi inerenti al riscontro della regolarità del patrimonio edilizio esistente oggetto di intervento agevolato.


Nell'ambito dello sviluppo delle tecnologie satellitari e dell'economia spaziale, per rafforzare l'osservazione satellitare della Terra, utile a fronteggiare il cambiamento climatico, la categoria è di supporto grazie alle conoscenze della geomatica, disciplina che si occupa di tutte le informazioni georeferenziate. A tal proposito durante il workshop di Prato dello scorso luglio "Spatial Information Management to optimize Spatial Planning and Sustainable Development", i geometri hanno presentato proposte e lavori volti alla gestione dei dati territoriali come paradigma del progetto urbanistico di rigenerazione urbana, al fine di rendere le città sostenibile.


Una città, tuttavia, non può dirsi del tutto sostenibile se permangono barriere architettoniche che limitano la piena fruizione degli spazi pubblici: in collaborazione con Fiaba Onlus e Uni, la categoria dei geometri ha sottoscritto le linee guida per la riprogettazione del costruito in ottica universal design: un approccio metodologico fondato sul concetto di accessibilità per tutti, basato sull'analisi del contesto, sulla metodica per il rilevamento delle criticità e sull'analisi delle scelte progettuali.


Tra le "buone prassi" indicate dalla categoria c'è anche la regolarizzazione tecnico amministrativa degli immobili religiosi. L'accordo stipulato tra i geometri e la Federazione tra le Associazioni del Clero in Italia consente alle oltre 200 diocesi presenti sul territorio di accedere agli elenchi redatti dai Collegi per selezionare professionisti in grado di erogare specifiche prestazioni tecniche in regime di sostenibilità economica, con l'eventuale ausilio del Fondo Rotativo della Cassa Geometri.


Con l'obiettivo, poi, di velocizzare i tempi degli adempimenti amministrativi del Superbonus 110%, Ance, Acb e Unitel di Brescia hanno siglato con il locale Collegio Geometri un accordo che prevede l'inserimento di un iscritto all'albo presso l'ufficio tecnico di ciascun Comune. Rispetto ai temi della tutela del territorio e della risorsa idrica, Geoweb Spa, società di servizi telematici del Cngegl e Sogei, ha realizzato un servizio di "Monitoraggio satellitare degli edifici e dei loro spostamenti" - insieme a Survey Lab - per fornire informazioni sulle costruzioni ed i loro spostamenti al fine di valutare la loro stabilità: utilizzando dati satellitari di osservazione sulla Terra, fornisce informazioni sulle costruzioni e sui loro spostamenti (con un'accuratezza dell'ordine di "qualche mm/anno") utili alla valutazione qualitativa della stabilità strutturale degli edifici.


Va nella direzione dello sviluppo della sostenibilità anche Arpinge, società d'investimento fondata da Cassa Geometri, insieme ad Inarcassa ed Eppi, sui settori delle fonti rinnovabili, efficienza energetica e e-mobilità, i tre principali comparti che qualificano la transizione energetica. A quest'ultimo ambito è riconducibile il progetto Parkinge, che prevede la gestione (con soluzioni di partenariato pubblico-privato) di oltre 7mila posti auto dislocati nei centri cittadini di Parma, Potenza, Bologna, Torino e Verona in ottica smart energy system, funzionale ad una riduzione di costi e impatto ambientale nel settore della mobilità.


"Siamo in un momento cruciale, nel quale ognuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo per favorire la ripresa -. Gli enti locali sono sempre di più attori fondamentali di questo processo e i geometri hanno un ruolo di primo piano perché grazie al loro know how e le loro competenze possono aiutare i Comuni a favorire la sinergia tra pubblico e privato e, dunque, a rafforzare la macchina amministrativa. Un passaggio obbligato, anche in vista degli obiettivi imposti dal cronoprogramma del Pnrr, con particolare riferimento alle Missioni 1 e 2, cioè la digitalizzazione e la transizione ecologica". Così il presidente della Cassa Geometri, Diego Buono, commenta la partecipazione della categoria dei Geometri alla XXXVIII Assemblea dell'Anci in programma dal 9 all'11 novembre alla Fiera di Parma.


"Fra le motivazioni che hanno determinato la scelta della nostra partecipazione - spiega ancora il presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, Maurizio Savoncelli - la possibilità di dare risalto alla funzione sussidiaria dei Geometri nella Pa per la gestione e la governance del Pnrr. Uno specifico valore aggiunto della categoria che, unito all'insieme di nuove conoscenze acquisite da questa figura tecnica, metteremo a disposizione degli enti locali per la realizzazione dei progetti e delle iniziative che permetteranno lo sviluppo del Paese".



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professioni: droni big data e Pa digitale, le buone prassi dei geometri ad assemblea Anci

Today è in caricamento