'Protagonisti' dell’ortofrutta italiana a Venezia


Venezia, 15 gen. (Labitalia) - Countdown per 'Protagonisti dell’ortofrutta italiana', la cui settima edizione si terrà all’Hilton Molino Stucky della Giudecca (Venezia) venerdì 18 gennaio, con inizio alle 15. Mai come quest’anno è completa la presenza delle rappresentanze nazionali del settore, che condividono lo spirito di un evento che intende mettere in evidenza le professionalità di imprenditori e manager che possono essere portate ad esempio per stimolare la crescita del settore ortofrutticolo italiano.


Saranno infatti a Venezia, oltre ai vertici dei tre storici partner dell’iniziativa ovvero Fruitimprese, Italia Ortofrutta Unione nazionale e Cso Italy, i massimi dirigenti della cooperazione (Alleanza delle Cooperative Agroalimentari), dei Mercati (Italmercati, Fedagromercati), dell’Associazione delle regioni ortofrutticole d’Europa (Areflh), rappresentanti di Freshfel, di Confagricoltura, del mondo della distribuzione e della logistica, del mondo fieristico, del credito e delle assicurazioni. Oltre 150 le aziende partecipanti. Il vicepresidente della commissione Agricoltura del Parlamento europeo, Paolo De Castro, ha confermato la sua presenza.


Il programma si presenta ricco di novità. Due seminari, il primo dedicato alla logistica integrata dell’ortofrutta, il secondo al rapporto tra distribuzione organizzata e mercati. Un focus sulle buone pratiche ambientali come valore aggiunto per il consumatore. Due premi speciali, uno voluto da Bper Banca per valorizzare l’innovazione e la sostenibilità, l’altro dall’Associazione nazionale Donne dell’ortofrutta, dedicato alla memoria dell’imprenditrice Danila Bragantini.


I lavori saranno introdotti dal direttore del 'Corriere Ortofrutticolo', la storica rivista (anno di nascita 1965) di settore che ha voluto fortemente questa iniziativa, Lorenzo Frassoldati. Ci saranno due momenti clou. Il primo sarà la premiazione dei 10 'Protagonisti dell’ortofrutta italiana' per il 2018. Nell’ordine: Alessandro Annibali, New Factor (Emilia Romagna), player della frutta secca che ha promosso un grande progetto per il rilancio della noce italiana; Carmelo Cappello, Piano Stella (Sicilia), sperimentatore di eccellenze orticole di successo in Europa; Annabella Donnarumma, Eurogroup Italia (Veneto), la paladina che si batte per l’ortofrutta italiana in Germania; Walter Guerra, Istituto di Laimburg (Alto Adige), ricercatore di livello internazionale, numero 1 in Italia nella ricerca varietale sulle mele; Salvatore Lotta, OP Campidanese (Sardegna), che ha valorizzato l’ortofrutta sarda promuovendo qualità e territorio.


E ancora: Fabio Palo, Finagricola (Campania), che partendo dalla tradizione ha lanciato a livello internazionale il pomodoro fresco e trasformato grazie a una forte organizzazione aziendale; Renato Paterno, Cio Serene Star (Trentino), che ha messo in piedi un’organizzazione forte che difende la frutticoltura di montagna; Rocco Patrì, Eco Farm (Sicilia), pioniere e innovatore, che ha riscoperto le varietà autoctone e trasferisce know-how dal vino all’ortofrutta; Elio Pelosin e soci, Ortoromi (Veneto), il player della IV Gamma che nel 2018 ha dimostrato di avere una marcia in più; Domenico Sacchetto, Asprofrut (Piemonte), a capo della prima OP del Nord-Ovest, che coinvolge i giovani affinché il Piemonte continui a credere nell’ortofrutta.


La cerimonia di premiazione, condotta dal presidente di Cso Italy, Paolo Bruni, con l’intervento dei presidenti delle associazioni partner, inizierà alle 18,45. Poi, alla cena di gala (220 le persone registrate), ci sarà la sorpresa dell’elezione dell’'Oscar dell’ortofrutta italiana 2019', votato per la prima vota dai presenti (un voto per azienda) tra una terna scelta da una giuria ristretta di Grandi elettori tra i dieci 'Protagonisti 2018' e indicata in un’apposita scheda. L’urna sarà aperta poco prima della fine della cena, ci saranno quindi lo spoglio e la comunicazione del vincitore.


All’evento hanno dato quest’anno la loro adesione, oltre ai partner storici, Confagricoltura, l’Associazione delle Regioni ortofrutticole d’Europa Areflh, Macfrut, Bper Banca, Italmercati, Fedagromercati, l’Associazione delle Donne dell’ortofrutta. Partecipano il Consorzio per la tutela del Radicchio rosso di Treviso Igp e variegato di Castelfranco Igp, il Consorzio di tutela del Radicchio di Chioggia Igp, a testimoniare e mettere in risalto il fatto che la regione ospite di 'Protagonisti' è la principale area di produzione europea del radicchio rosso, fatto sottolineato anche dalla partecipazione di Geofur, in rappresentanza del Consorzio di tutela del Radicchio di Verona Igp. E sarà proprio il radicchio veneto Igp l’ingrediente principe della cena.


Partner istituzionale è l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale - Porti di Venezia e Chioggia, proprio perché la logistica marittima dell’ortofrutta è il tema centrale del primo dei due seminari in programma. Tra i sostenitori Opo Veneto, Mister Nut, Fruit 24, Ortoromi, Sermac, Macfrut, Veronamercato e Maap, Euler Hermes, My Venice Food & Wine.


L’evento si è sempre svolto nel terzo venerdì di gennaio in sedi prestigiose come Villa Serego Alighieri in Valpolicella (Verona), Monte Del Re di Dozza (Bologna), Cantina Rotari di Mezzocorona (Trento), Casa Cava di Matera, Palazzo Beneventano di Ortigia (Siracusa), la Reggia di Caserta. Nel corso dell’edizione veneziana, sarà annunciata la sede di 'Protagonisti' 2020.


Potrebbe interessarti

  • Zoccano: "Con crisi governo a rischio aumento pensioni invalidità"

  • Presidente 118: "Insostenibile ritardo italiano su recupero Gautier"

  • Servidori: “Mancano i navigator, saltano tempi per Patto Lavoro”

  • Salute: Giornata mondiale della zanzara, oltre 700 mila vittime l'anno

I più letti della settimana

  • Altroconsumo testa 30 salviettine bimbi, meglio acqua e sapone

  • Code estive in auto? 5 consigli per aria condizionata senza rischi

  • Isde: "Su cellulari e rischi cancro studi non definitivi serve cautela"

  • Allarme Sige, cancro colon in aumento tra giovani

  • Vino: anfore sempre più di moda, a Montespertoli 1° test scientifico su effetti

  • Cancro al seno, speranze da test sangue per scovare recidive

Torna su
Today è in caricamento