Domenica, 13 Giugno 2021
Lavoro

Servizio Civile: Palazzini (Arci Sc), 'da domani a congresso perché sia davvero universale'

"Progetti per impegnare ragazzi esclusi negli anni passati"


Roma, 20 mag. (Labitalia) - Si terrà a Roma, presso lo Spazio Rossellini, domani, venerdì 21, e sabato 22, il 17esimo congresso nazionale di Arci Servizio Civile (Asc) Aps, con i delegati che parteciperanno da remoto. Il titolo scelto per il congresso, "Per un servizio civile davvero universale", sottolinea "i molti passi ancora da fare prima di poterlo definire davvero tale", come spiega ad Adnkronos/Labitalia Licio Palazzini, presidente di Asc Aps e della Cnesc, la Conferenza nazionale degli Enti Servizio Civile. Il congresso è stato preceduto da un lungo lavoro preparatorio, cui hanno contribuito decine di assemblee e congressi regionali e territoriali, che hanno visto la partecipazione di quasi 600 associazioni locali socie.


"Accantonato il problema delle risorse che adesso permetteranno di assicurare l'ingresso nel Servizio Civile Universale (Scu) -aggiunge Palazzini- di 50.000 ragazzi l'anno, possiamo ora dedicarci ad altre priorità che sono sostanzialmente due. La prima è come fare ad impegnare nei progetti quei giovani che negli anni scorsi hanno fatto domanda ma che sono rimasti esclusi. La scarsità di risorse, infatti, ha portato a dare priorità a ragazzi 'pronti' ad operare sul territorio, qualificati diciamo, lasciando indietro quelli che avevano meno formazione o che erano geograficamente distanti". "L'altra priorità -aggiunge Palazzini- è la valorizzazione delle competenze che i giovani acquisiscono con il servizio civile perchè ci sono adulti che li accompagnano. Competenze che sono anche e soprattutto le soft skills e le competenze sociali. Un fatto importante perché questo Paese ha bisogno di una generazione di giovani che abbia voglia di impegnarsi nel sociale".


Asc Aps celebra quest'anno i 35 anni dalla sua fondazione. La sua storia ha attraversato le tappe del servizio civile italiano, ha visto la fine del servizio di leva obbligatorio, l'arrivo del servizio civile nazionale volontario e aperto alle donne, la trasformazione in servizio civile universale. Anni accomunati dal fil rouge della consapevolezza dell'immenso valore che l'esperienza di servizio civile ha nel formare nuove generazioni di cittadini attivi e consapevoli, attraverso l'imparare facendo. Quello trascorso è stato un anno di emergenza per tutti, che ha visto selezioni e formazione effettuate da remoto, uno sforzo generale attuato affinché i giovani potessero vivere il loro anno di Scu. Ora si deve "costruire una nuova ordinarietà", perché il nostro Paese ha bisogno di una generazione che sappia come mettere in pratica i valori della Costituzione. Ai lavori interverranno, tra gli altri: Claudia Fiaschi, portavoce Forum Nazionale Terzo Settore, Feliciana Farnese, presidente Consulta Nazionale Servizio Civile, Laura Milani, vice presidente Cnesc, Stefano Arduini, direttore Vita, Paola Santoro, responsabile didattico Asc Aps, Maurizio Mumolo, direttore Forum Nazionale Terzo Settore, Anna Loiacono di Fastweb, Sebastiano Fadda, presidente Inapp, Immacolata Postiglione, direttore Ufficio Servizio Civile Universale.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio Civile: Palazzini (Arci Sc), 'da domani a congresso perché sia davvero universale'

Today è in caricamento