Martedì, 22 Giugno 2021
Lavoro

Turismo: Logis Hotels, fare sistema e rapporto con territorio ricetta per ripartenza


Roma, 31 mag. (Adnkronos/Labitalia) - Stagione estiva ai blocchi di partenza, riapertura ormai annunciata, campagna vaccinale spedita: mentre si discute di riaperture di confini e di green pass per viaggiare senza restrizioni, l'Italia si prepara alla ripartenza. In questo contesto, anche il settore alberghiero sta cercando di riorganizzarsi in vista dell'estate e comincia a registrare i primi interessi da parte dei viaggiatori. Logis Hotels, la prima catena di ristoratori e albergatori indipendenti in Europa con 2.300 hotel in 8 Paesi e proprietaria di 6 marchi, ha già cominciato a vedere, in questa fase di early booking, un aumento delle ricerche per strutture alberghiere sul sito italiano del 25%.


Ma la semplice risposta turistica non è necessaria per risollevare uno dei settori più colpiti dalla crisi economica causata dalla pandemia di Covid, che ha visto mutare anche le necessità e le abitudini dei viaggiatori. Per ripartire, sostiene Logis Hotels, in un vero e proprio 'manifesto' per la ripresa del turismo, "occorre puntare sulla valorizzazione del territorio e sui nuovi trend per andare incontro alle esigenze di un nuovo tipo di turista, più consapevole, attento alla sicurezza e al rispetto per l'ambiente".


"Le strutture alberghiere - avverte -devono fare sistema, instaurare un dialogo continuo con il territorio, che rappresenta la risorsa primaria del turismo, e con le istituzioni, per valorizzare eccellenze legate all'enogastronomia e alle tradizioni. Devono unirsi, sostenendosi in un circolo virtuoso per la promozione turistica. Dall'altro lato, le istituzioni devono sostenere con campagne di sponsorizzazione del territorio, l'artigianalità delle piccole e medie imprese del settore, che rappresentano il fiore all'occhiello del mondo alberghiero, perché portatori sani di attenzione e cura del cliente difficilmente ritrovabili in contesti di catena".


Il turista è cambiato ed è diventato molto più esigente in termini di esperienza e di customer relation con la struttura nella quale si trova a soggiornare, osserva: "Per questo motivo, diventa fondamentale introdurre una maggiore flessibilità nelle prenotazioni, adottando anche politiche di cancellazione della prenotazione e aderire nell'accettazione del Bonus vacanze. A questo si aggiunge la necessità di mantenere un altissimo standard in termini di sicurezza, per garantire un'esperienza al cliente piacevole in termini di servizi offerti e cura del dettaglio, ma soprattutto sicura".


"Sempre più turisti scelgono strutture che fanno del basso impatto ambientale un punto di forza. La sostenibilità è una prerogativa di tutte le realtà industriali e gli alberghi non fanno eccezione. Occorre prendere sul serio questo valore e integrarlo come pillar fondamentale nella strategia di gestione del proprio albergo, avendo cura di portarlo avanti in ogni scelta che riguarda l'esperienza: dalla ristorazione, alla gestione delle camere, alla pulizia", aggiunge.


"Non da ultimo - conclude - occorre considerare, dove possibile, di introdurre migliorie per l'efficientamento nel dispiego di risorse naturali e il risparmio energetico, investendo in nuove forme di energie rinnovabile".



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo: Logis Hotels, fare sistema e rapporto con territorio ricetta per ripartenza

Today è in caricamento