Ue: Epparg, standard eccellenza per promuovere sviluppo prestiti vitalizi in Europa


Roma, 29 lug. (Labitalia) - La European pensions and property asset release group (Epparg) ha annunciato oggi il lancio degli standard di eccellenza per lo sviluppo in Europa dei prestiti vitalizi (equity release mortgage), e più in generale degli strumenti che consentono di rendere liquida una parte del patrimonio immobiliare (equity release). Epparg ha sviluppato questi standard, conosciuti come gli ‘Epparg 10’, attraverso confronti approfonditi con i propri membri e associati, i quali rappresentano oltre il 75% dell’intero mercato europeo dell’equity release. Gli standard hanno come scopo il consolidamento della fiducia e dell’affidabilità dei prestiti vitalizi sia verso i clienti finali (gli anziani) sia verso gli investitori, soprattutto in virtù del fatto che queste soluzioni sono ancora in una fase di sviluppo iniziale in alcuni europei (tra cui l’Italia) mentre non esistono ancora in altri.


Gli standard evidenziano che i prestiti vitalizi devono avere durata vitalizia e consentire ai clienti di vivere nella loro casa per tutta la vita; stabiliscono inoltre le principali condizioni e termini contrattuali legate ai finanziamenti, tra cui i termini di rimborso, la possibilità di trasferire il finanziamento ad altro immobile, le opzioni di rimborso anticipato e le opzioni relative ai tassi di interesse. Inoltre, gli standard indicano condizioni poste a protezione dei consumatori in modo da garantire che ogni informazione sia fornita ai clienti da persone competenti, adeguatamente informate e autorizzate, tra cui la sottoscrizione di un documento di verifica (checklist) da parte dei clienti e dell’ente erogante prima della firma del contratto.


“Il mercato europea dei prestiti vitalizi - ha commentato Steve Kyle, segretario generale di Epparg - ha mantenuto una crescita stabile e senza criticità, e negli ultimi mesi diversi operatori di mercato si sono adattati alla 'nuova normalità' alla luce del Covid-19. Attraverso il lancio dei nuovi standard Epparg 10, intendiamo contribuire all’ulteriore sviluppo di un mercato Europeo integrato, senza criticità e a beneficio degli anziani che possiedono un immobile".


"Le sfide imposte dai trend demografici - ha spiegato - sono chiaramente comuni a tutti i paesi Europei e siamo convinti che i prestiti vitalizi possano rappresentate una soluzione, almeno parziale, all’insufficienza dei redditi da pensione rispetto agli ultimi stipendi percepito (cosiddetto 'pension gap'). I prestiti vitalizi portano considerevoli benefici sociali ed economici ai consumatori e i nuovi standard aiuteranno a garantire che i prestiti vitalizi siano una valida e sicura opzione per gli anziani che sono proprietari di casa e cercano una fonte di reddito integrativa".


Lennart Grabe, vice-segretario generale di Epparg, ha aggiunto: “Il mercato potenziale dei prestiti vitalizi è molto grande in Europa, soprattutto alla luce del fatto che la popolazione del continente sta invecchiando sempre più e i sistemi pensionistici nazionali sono evidentemente sotto pressione. In paesi dove ormai questo finanziamento si è consolidato, come in Svezia, è già evidente che questo può essere un elemento positivo per la qualità della vita degli anziani, integrando i loro redditi di chi ha un patrimonio immobiliare ma scarsa liquidità ('house rich and cash poor')".


"Emergono - ha assicurato - evidenti opportunità per gli investitori di entrare in questo mercato a livello europeo, affiancando gli operatori attivi sul mercato continentale che in passato ha avuto minore accesso al funding". "Speriamo - ha aggiunto - che questi nuovi standard Epparg incoraggino gli investitori a collaborare con le aziende specializzate nel settore e promuovano iniziative di business che superino i confini (cross-border) europei e mondiali, basate su caratteristiche di prodotti comuni e modalità di gestione adeguate”. Claudio Pacella, membro del board di Epparg, ha commentato: “La condivisione di questi standard di eccellenza a livello europeo è un passaggio importante per continuare a sviluppare un mercato sicuro e senza criticità anche nel nostro Paese. La grande maggior parte degli Epparg 10 sono già una consolidata prassi di mercato in Italia, confermando il buon lavoro fatto dagli operatori e dalle istituzioni negli ultimi 14 anni".


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Progetto Netwap, Comune di Campomarino acquista compostiera di comunità

  • Ricerca: scoperto nell'ambra spermatozoo più vecchio del mondo

  • Pregliasco: "In arrivo 100mila casi simil-influenza, creeranno allarme Covid"

  • Covid, vaccino spray: in arrivo il test

  • Da small a smart, Guardia Sanframondi pioniera del south-working

Torna su
Today è in caricamento