rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Green

All'Eiis confronto su soluzioni innovative e nuove partnership

protagonisti istituzioni, aziende, università e organizzazioni non governative


Roma, 21 apr. (Adnkronos) - Oltre duemila visitatori registrati, l’augurio giunto dal Presidente della Repubblica per “il successo di una conferenza dal respiro internazionale”, l’annuncio di partnership tra aziende del settore alimentare e organizzazioni umanitarie, novanta relatori tra i quali i dirigenti di molte aziende chiave nazionali e internazionali: la prima delle due giornate dell’European Innovation for Sustainability Summit 2023 a Roma si chiude con numeri sopra le aspettative. L’evento organizzato dallo European Institute of Innovation for Sustainability (Eiis) presso Palazzo Taverna vede al centro del confronto le migliori pratiche e i progetti per un futuro sostenibile di istituzioni, aziende, università e organizzazioni non governative, chiamate a illustrare come l’innovazione e le forme di cooperazione anche tra partner di settori diversi possano contribuire al perseguimento degli obiettivi dell’Agenda 2030.


Nell’indirizzo di saluto ai partecipanti di questa seconda edizione del summit, letto dal Direttore Generale di Eiis, Andrea Geremicca, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è detto “certo del successo di una conferenza dal respiro internazionale, incentrata sul tema dell’innovazione funzionale alla sostenibilità”.


Tra i partecipanti dei tavoli di lavoro in mattinata, l’amministratore delegato uscente di Enel Francesco Starace ha sottolineato: “La creazione di valore condiviso combina in maniera armonica competitività aziendale, benessere sociale e tutela dell’ambiente - ha dichiarato Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale di Enel. - Per far sì che la transizione avvenga è indispensabile puntare su innovazione e sostenibilità, che del futuro a Emissioni Zero costituiscono la doppia e inscindibile anima: quella necessaria a interpretare il cambiamento e ad accoglierlo con spirito aperto ed inclusivo”.


La due giorni del summit che vede migliaia di partecipanti dall’Italia e da tutto il mondo confrontarsi in numerosi panel, workshop, spazi espositivi e contest culturali, guidati dai principali attori della sostenibilità è patrocinato dal Parlamento Europeo, presente con il Rappresentante in Italia Carlo Corazza. “L'evento di oggi, le storie imprenditoriali raccontate e premiate, dimostrano ancora una volta che la strada intrapresa dall'Europa, quella di puntare con forza su sostenibilità ed innovazione, è l'unico cammino efficace per rispondere con successo alle complesse sfide del presente”, ha detto Corazza.


Il Summit ha anche un’ulteriore dimensione istituzionale con la partecipazione dell’IFad, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa dello sviluppo agricolo e rappresentata dalla Responsabile per l’Innovazione Gladys H. Morales.


Diversi gli esempi di cooperazione per la sostenibilità analizzati e annunciati nella prima giornata del summit, a partire da quella realizzata con la “Carta del Mulino”, sviluppata da Barilla con diversi qualificati partner: è intervenuto il Vice Presidente del Gruppo Paolo Barilla che ha dialogato tra gli altri con Livia Firth di Eco-Age, esperta di sostenibilità nel settore della moda e del lusso, e Alessandra Prampolini, Direttore Generale di WWF Italia. Presentato inoltre l’accordo tra Ferrero e Save the Children – presente l’amministratrice delegata Daniela Fatarella - che mira a contrastare le cause alla base del fenomeno del lavoro minorile nelle 65 comunità della regione ivoriana di Haut-Sassandra dove Ferrero acquista una quantità significativa di cacao.


“In Ferrero crediamo che la vera innovazione in termini di sostenibilità sia incorporare l’approvvigionamento sostenibile delle materie prime nel modo in cui facciamo business”, ha affermato Nicola Somenzi, Head of Responsible Sourcing del gruppo. Spazio rilevante nel confronto tra aziende e organizzazioni anche alle filiere ecosostenibili che operano in più continenti come quella di illyCaffè la cui Amministratrice Delegata Cristina Scocchia.


Il punto di vista dei consumatori e della grande distribuzione è stato rappresentato dal mondo anche delle cooperative con Coop Italia la cui Amministratrice delegata Maura Latini che ha preso parte a un panel con tra gli altri Massimiliano Giansanti, Presidente di Confagricoltura, e Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti.


Nel corso del summit – che si conclude questo sabato - i visitatori sono anche chiamati a votare le migliori soluzioni presentate dalle aziende nell’area espositiva. I cinque prodotti che riceveranno più voti entreranno nella shortlist e successivamente verranno giudicati da un comitato scientifico che assegnerà il primo premio. L'azienda vincitrice avrà la possibilità di esporre il bollino “Best product European Innovation for Sustainability Summit 2023” sui propri prodotti.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'Eiis confronto su soluzioni innovative e nuove partnership

Today è in caricamento