rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Green

Verso l'estrazione di minerali dai fondali marini


(Adnkronos) - L’International Seabed Authority (ente intergovernativo con sede a Kingston, Giamaica) inizierà ad accettare le richieste di autorizzazione da parte delle aziende che vogliono estrarre minerali dal fondo dell'oceano in un’area compresa tra Hawaii e Messico. L'estrazione in acque profonde consentirebbe di ricavare cobalto, rame, nichel e manganese - materiali chiave per le batterie - da rocce chiamate "noduli polimetallici", che si trovano sul fondo dell'oceano a profondità comprese tra i 4 e i 6 km. Questa pratica è però molto controversa, per l’impatto che può avere sull’ambiente marino e specialmente sulle popolazioni di balene.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso l'estrazione di minerali dai fondali marini

Today è in caricamento