Mercoledì, 3 Marzo 2021

Clima: riscaldamento globale minaccia anche Barriera corallina profonda

Lo studio, il fenomeno dello sbiancamento ha colpito anche i coralli a 40 metri sotto la superficie

Clima: riscaldamento globale minaccia anche Barriera corallina profonda

Roma, 5 set. (AdnKronos Salute/Dpa) - Neanche la parte più profonda della Grande Barriera corallina è al riparo dalla minaccia del riscaldamento delle acque causato dai cambiamenti climatici. A rilevarlo è lo studio di un team di scienziati marini internazionali, pubblicato su 'Nature Communications', che dimostra come il fenomeno dello 'sbiancamento' che nel 2016 ha colpito la Grande Barriera corallina australiana riguardi anche i coralli nelle acque più profonde e poco illuminate, finora considerate un vero e proprio rifugio dalle anomalie termiche causate dal riscaldamento globale degli oceani.


Non è così. Secondo gli scienziati, che per le rilevazioni hanno utilizzato veicoli telecomandati, sensori e squadre di sommozzatori, lo sbiancamento è arrivato a 40 metri sotto la superficie a causa dell'aumento delle temperature, colpendo un quarto dei coralli. A una profondità minore, quasi la metà dei coralli era stata gravemente colpita dal fenomeno.


"E' stato uno shock vedere che gli effetti dello sbiancamento si erano estesi anche alle barriere scarsamente illuminate - spiega uno degli autori dello studio, Pedro Frade del Centro di Scienze marine in Portogallo - Speravamo che la profondità fornisse loro la protezione da questo evento devastante".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clima: riscaldamento globale minaccia anche Barriera corallina profonda

Today è in caricamento