Coronavirus: in Lombardia assalto multiplo e concentrico di ceppi diversi, studio

Coronavirus: in Lombardia assalto multiplo e concentrico di ceppi diversi, studio

Milano, 10 lug. (Adnkronos Salute) - Parlando dell'epidemia di Sars-CoV-2 che ha colpito la Lombardia, nelle scorse settimane il presidente del Policlinico San Matteo di Pavia Alessandro Venturi l'aveva descritta non a caso come "una pioggia di meteoriti" che si è abbattuta "in contemporanea e all'insaputa di tutti". Il riferimento era agli esiti che erano in arrivo da uno studio condotto da ricercatori dell'Asst Grande ospedale metropolitano Niguarda di Milano e dell'Irccs pavese, secondo cui il virus ha attaccato la regione con un "assalto multiplo e concentrico".


Il lavoro, promosso e sostenuto da Fondazione Cariplo, è stato presentato oggi durante un incontro nel capoluogo meneghino e gli autori spiegano che si tratta dello studio più ampio condotto finora sul sequenziamento del virus Sars-CoV-2 in Lombardia. E' una foto di quanto accaduto dall'inizio dell'anno, ottenuta analizzando le sequenze genomiche virali da circa 350 pazienti, provenienti da aree diverse del territorio regionale. I dati sono stati messi a disposizione della comunità scientifica internazionale in modalità open access. Sono informazioni che, spiega il responsabile scientifico dello studio Carlo Federico Perno, già direttore della Medicina di laboratorio del Niguarda, "mostrano inequivocabilmente che il virus è entrato in Lombardia prima di quel che si pensasse in origine e, soprattutto, lo ha fatto con assalti multipli e concentrici di ceppi virali diversi, in luoghi diversi, ma in tempi molto vicini tra loro".


La presenza di catene di trasmissione a partire dalla seconda metà di gennaio, documentata dalla ricerca, non esclude la circolazione del virus anche in tempi precedenti, sebbene con modalità erratica e non riferibile a eventi massicci di trasmissione, fanno presente gli autori.


"Non è possibile escludere, dunque - concludono - che tale circolazione silente, multipla e simultanea di ceppi diversi, possa aver esacerbato la già elevatissima trasmissibilità del virus e aver creato così una vera tempesta virale in una regione così densamente popolata, come la Lombardia, rendendo difficili gli interventi di contenimento della diffusione stessa"".


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Austria, Corte Costituzionale boccia misure lockdown

  • Coronavirus, "dove vaccino Bcg obbligatorio meno casi e morti": lo studio

  • Rivoluzione idrogeno. La piccola molecola che può salvare il mondo

  • Stop a pesce fresco, scatta fermo pesca

  • Consorzio tutela mozzarella bufala campana dop, gli errori da evitare d'estate

  • Coronavirus: Burioni, 'crocifisso da Iene ma studio su plasma mi dà ragione'

Torna su
Today è in caricamento