rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Salute

Coronavirus: Sileri, 'prima medici e infermieri vicini facevano comodo, vergogna'

Viceministro su cartello a Lucca, 'assurdo, solidarietà alla collega'


Roma, 23 apr. (Adnkronos Salute) - "Ai vicini dei colleghi che tornano tardi dopo turni estenuanti, che non possono baciare la moglie e i figli, che magari hanno pianto per un paziente morto, o che magari hanno annunciato l?ennesimo decesso o incubazione, chiedo quante volte vi è stata utile quell?infermiera o quel medico che vi abita accanto. Vergognatevi". Così il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri stigmatizza su Facebook l'episodio accaduto in Toscana, dove i vicini di casa di un'infermiera, che lavora nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale San Luca di Lucca, e hanno lasciato il messaggio 'Grazie per il Covid che ci porti tutti i giorni, qua ci sono anziani e bambini'.


"Assurdo semplicemente pensare ad una cosa del genere. Solidarietà alla collega", scrive Sileri, aggiungendo: "Chiedo ai colleghi: quante volte quel vicino vi ha chiamato per avere una visita, un aiuto, per il figlio che era caduto, per la madre che aveva un problema".


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: Sileri, 'prima medici e infermieri vicini facevano comodo, vergogna'

Today è in caricamento