Lunedì, 10 Maggio 2021

Covid: Aice, per emofilici nessun rischio aggiuntivo con vaccino

Covid: Aice, per emofilici nessun rischio aggiuntivo con vaccino

Roma, 15 apr. (Adnkronos Salute) - "I rischi del vaccino anti-Covid per le persone con emofilia sono esattamente identici a quelli di qualsiasi altra persona che si sottopone a vaccinazione. Esattamente pari a quelli della popolazione generale. Non vi sono in letteratura dati che dimostrino o suggeriscano che il paziente emofilico, o affetto da altra patologia emorragica congenita, abbia rischi maggiori di effetti collaterali rispetto agli altri". Lo ha spiegato Angiola Rocino, ematologa e presidente dell'Associazione italiana centri emofilia (Aice), nel corso dell'evento in streaming - organizzato dalla Federazione delle associazioni emofilici (Fedemo) al Palazzo dell'Informazione Adnkronos di Roma - in occasione della Giornata Mondiale dell'emofilia 2021, che si celebra il 17 aprile.


"Per la scelta del vaccino dunque - continua Rocino- non c'è motivo di comunicare la preferenza per un vaccino o un altro. Come Aice ci atteniamo esattamente a quello che è la priorità vaccinale e a quelle che sono le scelte ministeriali".


Rocino ha sottolineando che, rispetto alla vaccinazione, "i problemi ematici sono davvero irrisori, parliamo di un piccolo ematoma. E la maggioranza dei pazienti emofilici sono già in profilassi. Quella che noi diamo come indicazione pratica è che, se si è stati convocati per ricevere il vaccino in concomitanza con l'infusione routinaria, quest'ultima venga rinviata al giorno dopo", ha concluso Rocino rispondendo a una domanda sui comportamenti concreti da adottare in caso delle infusioni di routine concomitanti.


Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: Aice, per emofilici nessun rischio aggiuntivo con vaccino

Today è in caricamento