rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Salute

Covid: dermatologo, 'telemedicina risposta efficace per pazienti psoriasi'

Gisondi (Università Verona) ad Alleati per la Salute, 'grande aiuto ma non è indicata per la prima visita'


Roma, 9 nov. (Adnkronos Salute) - La pandemia ha costretto molti medici a ricorrere alla telemedicina per effettuare visite e mantenere il contatto con i pazienti affetti da malattie della pelle. Il balzo nel digitale, da molto tempo atteso e velocizzato dall'emergenza sanitaria, ha conosciuto un boom tra i dermatologi e oggi sta diventando sempre più una prassi consolidata anche nel percorso di cura per le persone con psoriasi.


"Per contattare i pazienti con psoriasi noi dermatologi abbiamo fatto ricorso a diversi strumenti, come il telefono e le e-mail, ma anche, e soprattutto, la televisita. Questo strumento ci è stato di grande aiuto: ha dimostrato enormi vantaggi in relazione al tempo del paziente e dei caregiver e anche all'immediatezza con cui possono essere risolte alcune problematiche cliniche". Così Paolo Gisondi, professore associato di Dermatologia presso l'Università di Verona, direttore della Scuola di specializzazione e membro del consiglio direttivo dell'Eadv (European Society of Dermatology and Venereology), in un'intervista pubblicata sul sito di Alleati per la Salute (www.alleatiperlasalute.it), il portale dedicato all'informazione medico-scientifica realizzato da Novartis.


Le visite 'da remoto' anche dopo la pandemia vedono il favore dei dermatologi, tuttavia secondo l'esperto non sono la soluzione a tutto. "In un contesto di follow-up - osserva Gisondi - la televisita non può essere fatta per sempre, perché nel rapporto medico-paziente la consulenza via telematica ha bisogno di essere alternata a una visita in presenza per poter fornire una assistenza ottimale, per il contenimento dell'ansia e la risoluzione di eventuali nuovi problemi". Nel percorso di cura del paziente che ha "una diagnosi nota e segue una terapia già impostata per il suo follow-up la televisita è molto utile, mentre sarei in difficoltà a proporla per una prima visita su un paziente che non conosco e che magari presenta una lesione pigmentata che ha bisogno di un contatto visivo da vicino per poter approfondire meglio", conclude Gisondi. L'articolo completo e la videointervista sono disponibili su: https://www.alleatiperlasalute.it/salute-20/telemedicina-nella-psoriasi.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: dermatologo, 'telemedicina risposta efficace per pazienti psoriasi'

Today è in caricamento