Mercoledì, 14 Aprile 2021

'Io sono e sarò' contro il cancro, campagna Airc in Giornata mondiale

L'associazione invita i cittadini a impegnarsi in prima persona

'Io sono e sarò' contro il cancro, campagna Airc in Giornata mondiale

Milano, 1 feb. (AdnKronos Salute) - 'I Am and I Will', io sono e sarò. Ma chi sarebbe giusto essere? Un paladino della prevenzione anticancro, prima di tutto - suggerisce l'Airc in vista del World Cancer Day, promosso dall'Organizzazione mondiale della Sanità per lunedì 4 febbraio - un seguace del decalogo pubblicato dal World Cancer Research Fund (Fondo mondiale per la ricerca sul cancro, Wcrf) dopo una revisione di migliaia di studi con criteri standardizzati e un protocollo rigoroso. Indicazioni che, se seguite, nell'insieme possono ridurre il rischio di sviluppare un tumore nel corso della vita. Per metterle in pratica servono cose normali come sedersi a tavola con davanti i piatti giusti, o accantonare la poltrona per una più salutare attività fisica.


E' questo il cuore del messaggio lanciato dalla campagna 'I Am and I Will'. L'Associazione mondiale per la ricerca sul cancro partecipa alla Giornata mondiale lanciandola in Italia e invitando così tutti i cittadini a impegnarsi in prima persona contro i tumori. Mantenere il giusto peso; fare attività fisica; seguire una dieta ricca di cereali integrali, verdura, frutta e legumi; limitare cibi confezionati, ricchi in grassi, amidi e zuccheri; limitare il consumo di carni rosse ed evitare quelle lavorate; limitare le bevande zuccherate; contenere il consumo di alcool; non utilizzare integratori per prevenire il rischio di cancro; allattare al seno. Sono le 10 regole d'oro indicate dal Wcrf, sulla base di quanto certificato dalla ricerca scientifica.


L'emergenza tumori è una priorità a livello globale, ricordano gli esperti: solo in Italia nell'ultimo anno sono stati diagnosticati oltre 373 mila nuovi casi, più di mille al giorno. E le previsioni indicano che nel 2030 il cancro sarà la principale causa di morte nel mondo, con 21,6 milioni di nuovi casi all'anno (fonte World Cancer Research Day). I ricercatori lavorano per incidere su questi numeri, attraverso lo sviluppo di diagnosi sempre più precoci e di trattamenti sempre più efficaci e personalizzati. L'Italia è in prima linea su questo fronte. E i dati ci pongono al vertice in Europa per le guarigioni. La sopravvivenza a 5 anni è aumentata, sia per gli uomini (54% vs 51%) che per le donne (63% vs 60%), rispetto al quinquennio precedente.


E oggi nel Belpaese ci sono oltre 3,3 milioni di persone che hanno superato una diagnosi di cancro. I survivor in molti casi hanno un'aspettativa di vita paragonabile a quella di chi non si è mai ammalato (fonte 'I numeri del cancro in Italia', 2018 a cura di Airtum, Aiom e Passi). A migliorare ulteriormente le statistiche può contribuire chiunque. I singoli cittadini, adottando abitudini salutari e aderendo agli screening.


L'invito a fare squadra contro il cancro è rivolto anche alle aziende. Ha raccolto la sfida Ticketmaster, realtà attiva nella vendita di biglietti per l'entertainment (concerti, festival, sport, teatro e così via): in occasione del World Cancer Day, la società ha scelto di lanciare in 19 diversi Paesi una campagna di raccolta fondi a sostegno della ricerca oncologica. In Italia ha siglato una partnership con Airc alla quale destinerà una parte dell'incasso dei biglietti venduti nella settimana dal 4 al 10 febbraio e sensibilizzerà i suoi clienti sull'importanza della ricerca.


Per sostenere il lavoro dei ricercatori Airc è possibile donare 5 o 10 euro chiamando il 45521 da telefono fisso o 2 euro mandando un Sms allo stesso numero.


Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Io sono e sarò' contro il cancro, campagna Airc in Giornata mondiale

Today è in caricamento