rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Salute

Malaspina e Agosta (Danone): "La maternità è ancora un tabù per aziende"

Autrici de ‘Il congedo originale’: "E' in atto un cambiamento, la genitorialità restituisce professionisti migliori a imprese"


Roma, 12 mag. (Adnkronos) - “Nonostante i passi in avanti, la maternità è ancora un tabù per le aziende. Quando se ne parla il discorso verte quasi esclusivamente su tematiche legate al congedo: cosa dice la legge, quanti giorni spettano, i tempi di rientro, eventuali agevolazioni. Manca una cultura della cura. Tuttavia, è in atto un cambiamento: rispetto a dodici anni fa i dati che abbiamo raccolto ci dicono che la genitorialità restituisce professionisti migliori alle imprese”. Così all’Adnkronos Sonia Malaspina, direttrice Risorse Umane Italia e Grecia in Danone e Marialaura Agosta, Inclusive Diversity e Hr Manager della stessa azienda, a margine della terza edizione degli “Stati generali della natalità”, appuntamento che si chiude oggi a Roma. Con il loro ‘Il Congedo Originale – Come trasformare le organizzazioni con il potere della cura’ (RoiEdizioni), Malaspina e Agosta, indagano gli aspetti legati al tema della genitorialità e del lavoro di cura come fattori chiave per aumentare ingaggio, benessere e produttività delle persone. Fattori cruciali per assicurare la competitività delle aziende.


“Per raggiungere quota 500mila nati entro il 2033 – afferma Malaspina - obiettivo lanciato oggi dal presidente della Fondazione per la Natalità Gigi De Palo, un ruolo cruciale lo possono svolgere le aziende, nel sostenere e incrementare la natalità con le buone pratiche all’interno dei nostri luoghi di lavoro”.


“Con il nostro libro abbiamo dimostrato come è possibile rompere il tabù della maternità e della paternità nei luoghi di lavoro – aggiunge Agosta - attraverso quattro pilastri fondamentali: vicinanza, coraggio, determinazione e concretezza”.


“Il Congedo Originale – ricorda Malaspina - nasce dalla mia esperienza di mamma e di manager. Nel 2011 ho lanciato pratiche a supporto in primis della maternità, della paternità e poi della cura delle persone fragili. Un percorso lungo dodici anni, durante i quali con Marialaura abbiamo raccolto tantissimi dati che ci fanno dire che la maternità è un valore, un valore economico e sociale e non solo un fatto privato delle famiglie. Un aspetto di cui le aziende devono rendersi conto e utilizzare questo valore”. Il titolo dato al libro “sta a significare che andiamo contro il tabu’ della maternità nei luoghi di lavoro, lottiamo contro stereotipi e luoghi comuni – prosegue Malaspina - La nostra esperienza ci insegna che possiamo contribuire e incidere positivamente sulla natalità e sull’occupazione femminile e vogliamo mandare un messaggio di incoraggiamento a tutti coloro che prendono decisioni in azienda".


“Negli ultimi anni ci sono stati molti cambiamenti in tema di maternità e paternità – conclude Agosta – ma c’è ancora tantissimo da fare. Nel nostro piccolo abbiamo dimostrato come sia possibile trasformare le organizzazioni con il potere della cura, e lo abbiamo scritto: la genitorialità restituisce professionisti migliori alle imprese. Si parlava oggi di competenze. Le competenze di cura sono un volano anche dal punto di vista economico”.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malaspina e Agosta (Danone): "La maternità è ancora un tabù per aziende"

Today è in caricamento