rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Salute

Nel progetto 'Pink Positive' due podcast su nutrizione e musicoterapia

Nuovi prodotti multimediali per aiutare la quotidianità dei pazienti oncologici


(Adnkronos Salute) - In occasione della Giornata mondiale contro il cancro, che si celebra il 4 febbraio, il progetto 'Pink Positive' di Daiichi Sankyo Italia si arricchisce dicontributi multimediali e due podcast dedicati alla nutrizione e alla musicoterapia, grazie alla collaborazione di Smartfood - Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano e del Fondo Edo ed Elvo Tempia.


Nato nel 2020 come eBook gratuito in costante aggiornamento e dedicato in particolare alle donne che si trovano ad affrontare una diagnosi di cancro - spiega l'azienda in una nota - il sito Pinkpositive.it raccoglie oggi 26 capitoli scritti dai maggiori esperti italiani che esaminano i temi della quotidianità dei pazienti oncologici, dall'alimentazione, alla femminilità fino alla gestione del dolore e dell'ansia, sempre con uno sguardo rivolto al futuro e con l'obiettivo irremovibile di contrastare falsi miti e fake news.


Proprio da due di questi capitoli sono nati i podcast 'La voce della nutrizione' e 'Musicoterapia', che mettono al centro del percorso di cura gli elementi di uno stile di vita salutare che non deve più essere considerato solo nel fondamentale ruolo che ricopre nella prevenzione primaria delle malattie, ma anche come grande alleato nelle fasi successive a una diagnosi, soprattutto quando riguarda una malattia oncologica, che non colpisce nel vivo solo il corpo, ma ogni sfera della vita di una persona.


Nelle 12 puntate del podcast 'La voce della nutrizione - Pink Positive Edition', gli esperti di Smartfood Ieo, in partnership con la Fondazione Ieo-Monzino, fanno finalmente chiarezza sulle evidenze inerenti il rapporto tra alimentazione e cancro, questione ampiamente dibattuta negli ultimi anni in ambito scientifico, ma anche talvolta comunicate in modo confuso e impreciso, tanto da diventare spesso falsi miti o vere e proprie fake news.


"Questo progetto - spiega la nutrizionista e ricercatrice Lucilla Titta, coordinatrice del progetto Smartfood dell'Ieo - incarna sempre di più l'animo di Pink Positive per la semplicità, utilità e completezza dei messaggi. Attraverso l'ascolto dei podcast, le pazienti possono ricevere informazioni chiare e affidabili su nutrizione e stile di vita in un contesto, quello della Rete, che spesso confonde. Il nostro intento è proprio quello di aiutare le pazienti a districarsi in questo ambito e a operare scelte salutari e consapevoli".


Nei podcast, inseriti nella sezione 'Nutrizione' del sito, gli esperti di Smartfood forniscono inoltre moltissimi consigli pratici, ad esempio su come leggere le etichette degli alimenti al momento della spesa e capire quali prodotti evitare, come consumare più alimenti di origine vegetale e mantenere in salute le ossa, come idratarsi meglio e le modalità con cui selezionare i grassi, ma soprattutto come cucinare in maniera salutare e concepire piatti 'smart' per l'intero arco della giornata, dalla colazione alla cena. Da metà febbraio questa sezione ospiterà anche diverse video-ricette per realizzare sani e gustosi piatti 'smart.


In ambito oncologico la musicoterapia, a cui è dedicato un intero capitolo dell'eBook - continua la nota aziendale - ha l'obiettivo di migliorare la qualità di vita dei pazienti, dei loro familiari e caregiver, nelle varie fasi della diagnosi e della cura, alleviando i sintomi e riducendo le emozioni negative, favorendo così resilienza e comunicazione. Nella sezione 'Musica' di Pink Positive è possibile ascoltare tre podcast in cui gli esperti musicoterapeuti della Fondazione Tempia spiegano la natura della musicoterapia: la sua nascita, le sue funzioni, le evidenze scientifiche e le applicazioni in campo clinico. Nella stessa sezione sono a disposizione anche 7 playlist costruite intorno a vari generi musicali e selezionate da musicisti ed esperti per donare benessere, a seconda della sensibilità musicale e dei gusti di ogni individuo.


"In letteratura - sottolinea Francesca Crivelli, coordinatrice di ricerca clinica in oncologia e del Master di specializzazione per musicoterapisti promosso dalla Fondazione Tempia - è ampiamente dimostrato come l'ascolto musicale possa ridurre l'intensità del dolore oncologico, abbassare i livelli di pressione sanguigna, ridurre la frequenza cardiaca e i livelli di stress. La musica suscita infatti nel nostro cervello reazioni neurormonali, come la stimolazione del nucleo accumbens, centro cerebrale del piacere, o la produzione di prolattina e peptidi oppioidi endogeni, responsabili di un'azione anestetica, analgesica e anche consolatoria. E ricordiamoci anche che eventi mentali consci e inconsci, frutto di abitudini, stili di vita, esposizioni a diversi ambienti e comportamenti, possono modulare l'espressione genica nelle nostre cellule, attraverso diversi meccanismi di espressione epigenetica".


Il Fondo Edo Tempia, grazie al sostegno non condizionato di Daiichi Sankyo Italia, apre a tutti la possibilità di sperimentare virtualmente la musicoterapia, partecipando a un incontro online che si può prenotare via mail all'indirizzo musicoterapia.online@fondazionetempia.org.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel progetto 'Pink Positive' due podcast su nutrizione e musicoterapia

Today è in caricamento